• Google+
  • Commenta
22 settembre 2011

Migliori università per il master: classifica 2011

Il master è da sempre, o almeno da quando l’università è l’università, parola che affascina e atterrisce, sogno ed incubo, una circe ammaliatrice e spaventosa, dispensatrice di speranze (poche) e delusioni (troppe).

Eh, caro master, quanto ci fai sospirare!
E giù a dargli di tastiera, a spulciare tra proposte più o meno “indecenti”, tra consigli più o meno utili, fregature più o meno annunciate, garanzie più o meno garantite.
E tutti col curriculum tirato a lucido. Ognuno coi suoi pro in una mano e i contro nell’altra..

Insomma, la domanda oggi è una e categorica per tutti: come muoversi tra le sabbie mobili del post-laurea senza quella sgradevole sensazione di camminare su un tappeto da fachiro?
A saperlo…

Intanto la situazione in Europa e nel mondo, ad oggi, è più o meno questa:
dopo i grandi atenei americani, è la LondonBusiness School, a pari merito con la Wharton University of Pennsylvania, ad occupare il primo posto in graduatoria in tema di master di effettiva utilità sociale.
Pessima (che te lo dico a fare) la situazione del nostro paese.

Per incontrare l’Italia bisogna scivolare fino al 28esimo gradino della nostra graduatoria, dove compare la Sda Bocconi, e poi giù fino al 96esimo, dove ad occupare la piazza è il Mip-Politecnico di Milano.

Questa secondo la celebre classifica dei Global Mba, che annualmente confronta l’offerta delle diverse businessschool.
Nella graduatoria 2011, accanto alla London Business School e alla Wharton University of Pennsylvania (ad anni alterni al primo posto e quest’anno di pari livello), fra le prime dieci si sono classificate le americane Harvard business school (terzo posto), Stanford (quarto posto), Columbia (settimo posto) e il Mit (nono posto).

Significative le indicazioni provenienti dai cosiddetti Paesi emergenti, dove si registra il sorprendente scatto della Cina (al sesto posto con la Honk Kong Ust Business School) e dell’India (all’11esimo e 13esimo posto con l’Indian Institute e la Indian School of Business).

.
Qualche timido sorriso ce lo regala, però, il Financial Times, il quale ha recentemente pubblicato un’interessante classifica dei migliori master in Management offerti dalle più prestigiose business school del mondo, Stati Uniti esclusi.

In vetta (quasi non ci si crede) l’italiana Escp Europe, consorzio con sedi a Parigi, Londra, Berlino, Madrid e Torino, seguita dal Cems, presente in 17 paesi, l’Hec di Parigi, l’Università San Gallo, in Svizzera.
Mosche bianche, ma sempre meglio di niente. Tanto per non fare la figura degli schizzinosi.

Detto questo il quadro che se ne ricava (e non lo scopro certo io) è, per certi versi raggelante, cinico, spietato come un film di Monicelli o Risi, comico come solo le grandi tragedie sanno essere.

L’impressione insomma è che nel nostro Paese la trippa sia poca e i gatti troppi, una vera emorragia felina per intenderci.
Restare, emigrare…interrogativi da pelle d’oca che rischiano di far esplodere anche i nervi più saldi, se ancora ce ne sono in giro.

Se voglio fare allarmismo? Certo che no, ci hanno già pensato altri prima di me e coi risultati che tutti vediamo.
Ma ci sono cose a cui proprio non riesci a farci l’abitudine.

Sono di ieri le parole del mio prof. di sociologia, prof. Sergio Brancato, che parlando di crisi economica diceva: “Mi spiace dirvelo ragazzi, ma oggi tutto complotta contro di voi. Sarete la prima generazione nella storia di questo tribolato paese a dover sottodimensionare di molto ogni vostra aspettativa di vita: lavoro in primis”.

Grazie prof! Annamo bene!

Matteo Napoli

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy