• Google+
  • Commenta
23 settembre 2011

Miur: nuovo decreto sul commissario degli atenei

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ammorbidisce il calibro verso gli atenei inadempienti, è quanto risulta dell’ultimo testo normativo.

Il decreto denominato “ Disciplina del dissesto finanziario delle università e del commissariamento degli atenei ” prevede che le università in difficoltà economica o con i conti in rosso non vengano castigate se, e solo se, mostrino una maggior attenzione (con evidenti risultati positivi) verso una ripresa sia per quel che riguarda la gestione finanziaria, sia per quel che concerne i risultati della ricerca.
Il commissariamento avverrà comunque, ma in forma meno rigida e severa e soprattutto calibrato sulle effettive insolvenze dell’università.

I vari atenei deficitari potranno ottenere i benefici attraverso la presentazione di un piano quinquennale, in cui vi sia un prospetto economico che dimostrati le prospettive di rientro, fra attività annuali e obiettivi perseguiti, evidenziando sia i parametri che gli indicatori di riferimento utilizzati. Il bilancio dovrà, poi, avere il via libera del Miur e del Ministero del Tesoro.

Il provvedimento è già passato sia per il Senato che per la Camera ottenendone l’approvazione, ora lo aspetta al vaglio il Consiglio dei Ministri.

Irene Cassaniti

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy