• Google+
  • Commenta
27 settembre 2011

Nel 2012 non basteranno i soldi per gli stipendi personale atenei italiani

Un futuro universitario incerto per i tagli effettuati dal governo italiano è l’allarme lanciato dal rettore dell’Alma Mater (Bologna) Ivano Dionigi, momento storico in cui dal Fondo di finanziamento ordinario (FFO) nel 2011 verrà sottratta una somma pari al 3,75% e nel 2012 del 5,5% a livello nazionale.

Comporterà una diminuizione del FFO nel 2012 da 6,9 miliardi a 6,5.

L’esito? Non si riusciranno a coprire i costi degli stipendi di tutto il personale degli atenei italiani.

Lo ha dichiarato Dionigi la mattina del 27 settembre 2011 in una conferenza stampa alla chiusura della riunione del Senato accademico.

Siamo all’insostenibilità del sistema; nel 2012 il totale dell’Ffo sarà inferiore alla somma degli stipendi.

Il tema è radicale perché se paghi solo gli stipendi, tagliando corsi e ricerca, allora diventi un ente inutile. Questo è il quadro, non su cui piangere ma da conoscere“.

Un buco di 300 milioni di euro nel calcolo delle spese per le Università, dove quelle più virtuose abranno un premio aumentato dal 10 % al 12 %. Le università con problemi economici e in rosso? “Saranno penalizzate con un taglio che comunque non sara’ superiore al 5%, per non metterle in crisi” è quanto sostiene il rettore.

I conti dell’Alma Mater prevedono un taglio dell’FFO del 3,7% , 15 milioni di euro in meno.

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy