• Google+
  • Commenta
12 settembre 2011

Unibz: Università plurilingui in Europa

Esistono ormai diversi modelli di Università plurilingue in Europa, per la maggior parte in combinazione con la lingua inglese. Nei casi in cui la seconda lingua non è l’inglese, come presso l’Università di Helsinki dove si parla svedese e finlandese, o in Lussemburgo con il francese ed il tedesco, le analogie con la Libera Università di Bolzano sono molte. Oggi e domani in Università si confrontano i diversi livelli linguistici richiesti nonché le modalità di insegnamento e di miglioramento delle competenze linguistiche durante lo studio.

Sono stati invitati a Bolzano i rappresentanti di diverse Università europee in cui si pratica il plurilinguismo: „In Lussemburgo offriamo percorsi di studio plurilingui, ma la maggior parte degli studenti proviene dal Lussemburgo e dai paesi vicini“, precisa ad esempio il prof. Rolf Tarrach, rettore dell’Università del Lussemburgo. „L’insegnamento delle lingue ed il miglioramento del livello linguistico lo abbiamo delegato a scuole di lingua esterne all’ateneo“, aggiunge Guy Poos, delegato per gli affari internazionali presso lo stesso ateneo.

L’Università di Helsinki propone un modello che comprende lezioni in svedese e finlandese, ma in misura molto ridotta e da troppo poco tempo per valutarne l’efficacia. „Questo momento di scambio è molto importante per il futuro sviluppo del nostro modello linguistico,“ ha detto il rettore Walter Lorenz, „ma constatiamo che un modello linguistico implementato in ateneo in maniera tanto estesa e con una precisa politica linguistica, esiste per ora solo da noi. I colleghi di tutta Europa lo considerano un esempio da cui prendere spunto“.

Quest’anno la Libera Università di Bolzano ha innalzato il livello delle competenze linguistiche necessarie ai fini dell’ammissione: agli aspiranti studenti viene richiesto il livello B2 del quadro di riferimento europeo in due delle tre lingue di insegnamento (italiano, tedesco e inglese). Quali sono le difficoltà a cui l’Università va incontro in seguito a questa novità – in particolare considerando che la conoscenza delle lingue va ulteriormente migliorata nel corso dello studio – sarà l’argomento di discussione degli incontri.

Accanto ai rappresentanti degli Atenei citati, questo pomeriggio parteciperanno all’incontro anche i rappresentanti del mondo della scuola.

Domani mattina il focus si sposterà sul rapporto scuola-università relativamente all’apprendimento linguistico e sul contributo prestato dall’Università all’identità culturale.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy