• Google+
  • Commenta
29 ottobre 2011

Halloween 2011: “Siamo una cultura, non un costume”

Halloween al Museo di Storia Naturale
Halloween 2011

Halloween 2011

Halloween 2011: l’obiettivo della campagna, precisano gli studenti dell’Università dell’Ohio.

La notte di Halloween è una tradizionale occasione per sfoggiare costumi e maschere di ogni tipo: negli USA, ma anche in molti altri paesi, è facile vedere personaggi mostruosi o quantomeno freak aggirarsi per feste e bar.

Alcuni costumi, tuttavia, non sono affatto ironici e possono urtare la sensibilità e l’identità di chi li osserva.

Proprio in occasione delle celebrazioni di Halloween, l’associazione americana STAR (Students and Teachers Against Racism) ha promosso una campagna contro gli stereotipi razzisti riproposti da alcuni costumi che, invece di essere divertenti, spesso offendono le culture e le tradizioni di altri paesi.

Gli studenti dell’associazione STAR, che ha sede in Ohio, hanno creato una serie di manifesti in cui giovani di paesi diversi esibiscono foto di persone in costumi quantomeno inopportuni, se non proprio razzisti.

I manifesti ripropongono anche lo slogan dell’iniziativa We’re a culture, not a costume (Siamo una cultura, non un costume) per invitare ad una maggiore attenzione e consapevolezza nella scelta di costumi che possano risultare offensivi.

L’obiettivo della campagna, precisano gli studenti dell’Università dell’Ohio, non è certo quello di criminalizzare Halloween e le feste in costume: la missione che STAR intende perseguire è quella di promuovere una discussione sul razzismo per creare una società in cui la dignità umana e il rispetto reciproco non siano mai dimenticate, nemmeno per scherzo.

Pasqualino Guidotti

Google+
© Riproduzione Riservata