• Google+
  • Commenta
16 novembre 2011

Bologna: si rafforza la collaborazione tra Alma Mater e università cinesi

La collaborazione tra Alma Mater e università cinesi è una realtà affermatasi già da qualche anno: il progetto AlmaTong, nell’ambito del quale è stata attivata la laurea triennale in Automation Engineering (che offre agli studenti bolognesi la possibilità di studiare per un anno presso l’università Tongji di Shanghai), è infatti partito nel 2008, e ha visto laurearsi i primi studenti durante l’estate. Alla luce della buona riuscita di quel progetto, sembra che l’ateneo bolognese intenda proseguire sulla strada della partnership con la Cina in modo sempre più convinto.

A questo scopo, il rettore Ivano Dionigi ha incontrato, la scorsa settimana, le delegazioni di due università cinesi, la Tongji e la Renmin di Pechino. Diversi gli argomenti discussi, ma appare chiaro che l’intenzione, da una parte e dall’altra, sia quella di portare avanti la collaborazione già in atto ed eventualmente rafforzarla sempre di più.

In primo luogo, si è deciso di rinnovare con l’Università Tongji l’accordo quadro relativo al progetto AlmaTong: dal momento che l’istituzione della laurea triennale in Automation Engineering ha riscosso un ottimo successo, è stata impostata una convenzione per attivare, a breve, anche una laurea magistrale nella medesima materia. Sempre con l’ateneo di Shanghai si è provveduto a gettare le basi per promuovere, nei prossimi anni, progetti simili anche in altre discipline, come i new media e la proprietà intellettuale: per quanto riguarda i new media, va segnalato che la prof.ssa Wang Li, direttrice del Dipartimento Media della Tongji, ha proposto, dopo aver visitato il DAMS, il Dipartimento di Scienze della Comunicazione e la Cineteca, di stipulare accordi di mobilità tra docenti di cinema e mass media, accordi che si potrebbero in seguito estendere e comprendere anche opzioni come lo scambio di studenti. Sul fronte della proprietà intellettuale le due università intenderebbero invece proseguire la collaborazione avviata all’interno del progetto IPR2 (Eu-China Project for the Protection of Intellectual Property Rights): Bologna e Tongji sono infatti le due università che hanno rappresentato questo progetto, al quale hanno partecipato la Commissione Europea, il governo cinese, l’Ufficio Europeo dei brevetti e l’Ufficio di Stato della proprietà industriale cinese, presso l’Expo 2010 tenutosi a Shanghai. In che modo i due atenei intendano portare avanti tale collaborazione ancora non è stato comunicato.

I rapporti di cooperazione tra Alma Mater ed università cinesi non si esauriscono qui: un altro progetto comune è quello della China-EU School of Law, gestita da un consorzio di 16 atenei europei e cinesi sotto la direzione dell’Università di Amburgo, all’interno della quale Bologna è l’unica rappresentante dell’Italia. Anche in questo caso non si hanno informazioni precise su come l’Università di Bologna (in particolare la Facoltà di Giurisprudenza) intenda sviluppare questa esperienza, ma staremo a vedere.

Infine, sempre nell’ambito dei rapporti tra Università di Bologna e Cina, si segnalano due appuntamenti ai quali sarebbe forse interessante partecipare: il primo è già fissato, il secondo dovrebbe esserlo a breve. Procedendo in ordine cronologico: il 18 e il 19 novembre si terrà, presso la Facoltà di Giurisprudenza, un workshop intitolato Climate Change in a EU-China Perspective: The Legal Framework for a Sustainable Global Market, al centro del quale saranno gli effetti del cambiamento climatico sulla legislazione relativa al mercato globale. Ne discuteranno diversi esperti di diritto ambientale, tra cui un professore cinese, Wang Canfa, della China’s University of Political Science and Law di Pechino; nei primi mesi del prossimo anno invece l’ambasciatore cinese in Italia Ding Wei dialogherà con Romano Prodi sul tema dei rapporti sempre più stretti tra Bologna e la Cina in un incontro pubblico con l’Università e la città.

Andrea Mari

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy