• Liguori
  • Barnaba
  • Boschetti
  • Santaniello
  • Leone
  • di Geso
  • Ward
  • Rinaldi
  • Cocchi
  • Andreotti
  • Napolitani
  • Casciello
  • Dalia
  • Carfagna
  • Valorzi
  • De Leo
  • Catizone
  • Miraglia
  • De Luca
  • Pasquino
  • Cacciatore
  • Romano
  • Mazzone
  • Bonanni
  • Gnudi
  • Alemanno
  • Quarta
  • Crepet
  • Meoli
  • Quaglia
  • Scorza
  • Tassone
  • Algeri
  • Rossetto
  • Baietti
  • Gelisio
  • Coniglio
  • Bonetti
  • Romano
  • Paleari
  • Califano
  • Falco
  • Buzzatti
  • Bruzzone
  • Chelini
  • Grassotti

Uniud: La CCS potrà salvare il pianeta?

9 Novembre 2011
.
20/06/2021

Con i suoi 33,5 miliardi di tonnellate di CO2, il 2010 segna un record per la quantità di emissioni di anidride carbonica immessa nell’atmosfera.

Questo è un dato preoccupante, reso noto dal dipartimento dell’Energia statunitense che, con un aumento del 5,9% rispetto al 2009, supera ampiamente lo scenario peggiore ipotizzato in precedenza. Gli esperti concordano che la cattura dai fumi di combustione e il successivo stoccaggio geologico (CCS – Carbon Capture & Storage) della CO2, sia la via maestra da seguire, l’arma più efficace per combattere e contenere l’aumento del riscaldamento globale del pianeta dei prossimi decenni.

Venerdì 11 novembre, alle ore 15.00, nell’Aula Magna della Facoltà di Ingegneria – via Loredan, 20 – il Dipartimento di Principi e Impianti di Ingegneria Chimica “I. Sorgato” dell’Università di Padova, in collaborazione con l’Associazione Italiana di Ingegneria Chimica – Sezione Triveneta ha organizzato l’incontro “Cattura e stoccaggio della CO2: aspetti tecnologici e normativi”. Introdurrà i lavori il Prof. Alberto Bertucco, direttore del Dipartimento.

Ingresso libero

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata