• Google+
  • Commenta
30 novembre 2011

Vivere o sopravvivere con/per i classici?

Venerdì 2 dicembre 2011, a partire dalle ore 9.30, presso l’aula 4 della sede di Corso Umberto I dell’Università degli studi di Napoli Federico II, si terrà un convengo dal titolo “Vivere o sopravvivere con/per i classici?”.

L’incontro, coordinato dalla professoressa Marisa Squillante, Presidente del corso di Laurea in Lettere Classiche, sarà aperto del Preside di Facoltà, Arturo De Vivo, che introdurrà i punti focali su cui verterà la discussione, punti molto delicati per gli studi umanistici.

Innanzitutto si affronterà la spinosa questione inerente gli sbocchi lavorativi offerti dalle facoltà umanistiche e, soprattutto, da una corso di laurea così specifico e che conta, ogni anno, davvero pochi iscritti.

Infatti, spesso, non sono pochi gli studenti che escono dal liceo classico con una forte passione per questi studi ma sono sistematicamente dissuasi dal proseguire sulla scia del loro forte interesse proprio in vista dalle quasi inesistenti opportunità lavorative che questo campo offre.

Bisogna a tal proposito “sollecitare gli studenti verso diversificate soluzioni lavorative a cui la laurea in lettere classiche dà comunque accesso” e far comprendere che il mondo, nonostante sembri basare sempre di più la sua esistenza sul progresso tecnologico, in realtà necessità, sempre di più, del nutrimento e dell’ardore che solo i padri della letteratura occidentale possono far emergere.

L’incontro di venerdì, dunque, avrà proprio l’obiettivo di discutere sul futuro dei prossimi laureati in Lettere Classiche, un futuro che molti, erroneamente, credono che abbia come unica ed esclusiva via di successo il mondo scolastico.

Un dettaglio fondamentale è il fatto che al convegno prenderanno parte non solo personaggi da tempo inseriti nel mondo del lavoro e dell’insegnamento come Stella Cervasio, giornalista di Repubblica, Natascia Festa, giornalista del Corriere della Sera, Francesco Sepe, dirigente scolastico del Liceo Carducci di Nola, ma riceveranno la parola anche alcuni studenti del corso di laurea in Lettere Classiche e della Laurea Magistrale in Filologia, Letterature e Civiltà del Mondo antico.
A loro infatti spetta il compito di farsi portavoci delle difficoltà e allo stesso tempo delle aspettative condivise da tutti i loro colleghi.

Un incontro che si prospetta davvero interessante ed utile, proprio in virtù della stretta collaborazione prevista tra chi è dietro la cattedra e chi è ancora dietro i banchi.

Giuseppina Iervolino

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy