• Google+
  • Commenta
21 dicembre 2011

350 milioni di $ di generosità, riconoscenza e fiducia nella scienza

Mr. Charles F. Feeney ha donato, attraverso la sua fondazione, 350 milioni di $ alla Cornell University per la costruzione del CampusNYCTech, un campus di ingegneria high-tech che incentiverà l’economia e l’occupazione a New York.Quando si dice esser generosi! Lo scorso Venerdì, a New York, è stata annunciata una donazione di 350 milioni di $ alla Cornell University per la costruzione di una nuova scuola specializzata in alta tecnologia sulla Roosevelt Island, nell’East River. Si tratta della donazione più grande nella storia dell’università.

Il misterioso donatore è rimasto ignoto fino a Lunedì, quando in tarda serata i funzionari dell’Atlantic Philantropies, fondazione filantropica che eroga donazioni e contributi ad organizzazioni che si occupano di tematiche sociali o culturali e a soggetti svantaggiati,hanno confermato che la donazione, ad opera della loro fondazione, è stata fortemente voluta da Charles F. Feeney, ex alunno della Cornell, magnate dei Duty Free Shoppers Group e proprietario di un’immensa fortuna stimata in miliardi di dollari.

Mr. Feeney, nato 80 anni fa ad Elizabeth, nel New Jersey, negli ultimi trent’anni ha elargito donazioni a numerose università, soprattutto nel campo della ricerca medica, celandosi sempre dietro l’anonimato. Funzionari della Cornell nel 2007 rivelarono che già negli anni passati il magnate aveva erogato oltre 600 milioni di $ all’università.

I 350 milioni di $ che la sua fondazione ha donato all’università in questi giorni sono stati determinanti affinché la Cornell, assieme al Technion-Israel Institute of Technology , vincesse il concorso lanciato dal Sindaco di New York Michael R. Bloomberg per la costruzione di un campus di ingegneria high-tech. Il Sindaco ha già erogato una sovvenzione per l’area in cui verrà costruito il campus, la Roosevelt Island, e disposto 100 milioni di dollari per il miglioramento delle infrastrutture. Anche la Stanford University si è interessata al concorso per poi ritirarsi successivamente.

Il progetto vincente, denominato CampusNYCTech, ha lo scopo di incentivare l’occupazione e l’economia della città: 20.000 posti di lavoro per la sua costruzione, 8.000 le persone che vi lavoreranno permanentemente e, nel complesso, più di 23 i miliardi di dollari che frutterà nei prossimi trent’anni. Inoltre si stima che il Campus genererà più di 600 aziende spin-off, che creeranno 30.000 posti di lavoro ulteriori.

Durante la conferenza stampa di presentazione del progetto, Bloomberg ha annunciato che potrebbe comunque scegliere più di un vincitore: sta infatti trattando anche con la Columbia University, la Carnegie Mellon University e la New York University per i loro progetti di ingegneria riguardanti la città.

Intanto la Cornell University ed il Technion-Israel Institute of Technology hanno fatto sapere che prevedono di avviare corsi già dal prossimo settembre negli spazi provvisori a disposizione, di terminare la costruzione di 1,3 milioni di metri quadrati entro il 2027 (di cui 300 mila già entro il 2017) e di completare oltre 2 milioni di metri quadrati entro il 2037. In questo modo, nel 2043, il Campus potrà contare 2500 studenti, 280 professori e corsi di formazione professionale per oltre 200 insegnanti nella didattica delle scienze. Grandi cifre che dicono quanto il progetto sia ambizioso ma sicuramente non irrealizzabile, soprattutto se dietro ci sono e ci saranno (visti i tempi previsti) persone riconoscenti, generose e fiduciose nella scienza quanto Mr. Finney o anche più.

Giulio Oliani

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy