• Google+
  • Commenta
26 dicembre 2011

L’università a lezione di viticoltura

Università come centro specializzato per la produzione di vini? Da oggi, udite udite, è possibile.

Ad inaugurare quella che avrebbe tutte le carte in regola per divenire una fortunata tradizione è l’ateneo di Verona, che ha collaborato con circa una dozzina cantine della Valpolicella alla realizzazione del nuovissimo Frustula Oenologica. L’azienda fornitrice del vino ha scelto di mantenere l’anonimato.

L’operazione si è svolta nell’ambito del corso di laurea in Viticoltura ed Enologia del dipartimento di Biotecnologie. La presentazione del prodotto, un vino rosso pregiato, ha avuto luogo proprio in Valpolicella, a Villa Lebrecht.

Il nome selezionato per il vino (Frustula significa “piccoli sorsi”) indica la tiratura limitata delle bottiglie: appena 500, attualmente non in commercio, del valore ipotetico di 70 euro l’una.

Bettina Campedelli, pro-rettore dell’università, ha dedicato all’ateneo il risultato della ricerca, precisando che “è frutto di una relazione forte tra chi il vino lo pensa, lo studia, lo valorizza, e chi lo produce. Abbiamo al nostro fianco partner come Cariverona, la Camera di commercio, la Fiera e la Provincia: una filiera che ci permetterà di puntare al mercato internazionale.

Eppure siamo solo all’inizio del percorso: in quelli che sono i piani dell’Univr, l’interazione fra il dipartimento di Biotecnologie ed i produttori della Valpolicella è destinata a proseguire e rafforzarsi nei prossimi anni, in modo da dare vita ad un connubio tangibile ed influente nel settore enogastronomico del veronese.

Il direttore del dipartimento Giovanni Vallini ritiene che questo segni “l’inizio di un percorso che sancisce la collaborazione tra l’Università e la filiera del vino Valpolicella e in particolare del vino di qualità. La cultura scientifica e le esigenze produttive possono trovare la giusta coniugazione al fine di implementare aspetti quantitativi e qualitativi della filiera che dalla vigna porta alla bottiglia. Negli anni futuri Frustula sarà l’etichetta che premierà i migliori prodotti nati dalla collaborazione tra ricerca universitaria e produttori di vino.

Siamo attivamente impegnati nell’offrire supporto tecnico-scientifico – prosegue Vallini – e nel promuovere innovazione in campo viticolo ed enologico grazie ad una intensa e qualificata attività di ricerca. Siamo convinti che cultura scientifica ed esigenze produttive possano trovare la giusta coniugazione al fine di implementare aspetti quantitativi e qualitativi della filiera che dalla vigna porta alla bottiglia.

Il docente si dice convinto del fatto che “questo richiederà un notevole sforzo in termini di risorse umane e di risorse economiche che il Dipartimento dovrà acquisire in maniera competitiva sul mercato del finanziamento alla ricerca in campo territoriale, nazionale e internazionale. È una sfida affatto complessa, ma nasce dalla consapevolezza che crescere in conoscenza è indispensabile per non soccombere nell’era della globalizzazione, anche in enologia.

Dal dipartimento si leva poi orgogliosa la voce di Roberto Ferrarini, docente di Enologia ideatore del progetto: “Questo vino rappresenta la tradizione passata attraverso un restyling tecnologico. È un prodotto culturale e degustandolo si sente che è espressione forte del territorio.

Il Frustula Oenologica è per l’appunto un vino IGT (Indicazione Geografica Tipica) e recherà il marchio dell’università di Verona, ma Diego Begalli, docente di Economia, ribadisce che “non siamo l’Università della Valpolicella, rappresentiamo tutto il territorio veronese, quindi nelle prossime edizione l’etichetta di Frustula potrà rappresentare altri tipi di vino.

Un’iniziativa, insomma, volta da un lato alla valorizzazione dei prodotti del territorio, ma che d’altro canto strizza anche l’occhio all’innovazione enologica a livello internazionale e si propone di rendere veri e propri fulcri della ricerca di qualità nell’ambito della viticoltura i laboratori di Scienze e Tecnologie Viticole ed Enologiche di Villa Lebrecht.

Francesco Ienco

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy