• Google+
  • Commenta
27 dicembre 2011

L’università di Liverpool studia le cause della Sindrome da stanchezza cronica

Si tratta di uno studio a cura dei ricercatori dell’Università di Liverpool, in collaborazione con l’Università di Leeds e resa grazie ai finanziamenti del Medical Research Council (MRC).

La CFS ( sindrome da stanchezza cronica) è una malattia fortemente debilitante, caratterizzata da stanchezza prolungata causata soprattutto da attività minima, il che risulta alquanto anomalo. La fatica è accompagnata da sintomi che possono includere dolore muscolare e alle articolazioni, disturbi del sonno, problemi gastrici e deterioramento cognitivo.

I veri e propri moventi della patologia sono sconosciuti, ma alla luce di una serie di ricerche, un difetto nella produzione di energia da parte di organelli delle cellule muscolari, chiamati mitocondri, potrebbe essere responsabile. Ma nessun studioso, tuttavia, è stato in grado di dimostrare tale ipotesi.

Sono proprio gli scienziati di Liverpool coloro che oggi stanno realizzando una tecnica nuova e di gran lunga più sensibile delle precedenti per individuare con precisione la funzione mitocondriale all’interno delle fibre del muscolo.

I ricercatori prevedono che questi nuovi metodi dimostreranno se i mitocondri
dei muscoli scheletrici nei pazienti con CFS sono disfunzionali, il che sarebbe causa del loro affaticamento, dell’ infiammazione cronica e del dolore.

La Prof.ssa Anna McArdl ha dichiarato che: “Il tempo necessario per la diagnosi complica ulteriormente l’identificazione dei fattori responsabili della malattia… E ‘a questo punto dobbiamo accellerare i lavori e creare efficaci interventi per bloccare ulteriori danni !”

Angela Leone

Google+
© Riproduzione Riservata