• Google+
  • Commenta
2 dicembre 2011

Università dell’Insubria: importante riconoscimentodi Acm alla docente Elena Ferrari

La professoressa Elena Ferrari del Dipartimento di Scienze Biomediche, Informatiche e della Comunicazione (Bicom) dell’Università dell’Insubria, ha ottenuto la significativa nomina della Association for Computing Machinery a “ACM Distinguished Scientist”, per il 2011. Si tratta di un riconoscimento attribuito ai membri ACM con almeno quindici anni di esperienza professionale che hanno ottenuto risultati significativi nel settore informatico.

In particolare, destinatari dell’ACM Distinguished Scientist sono gli informatici e gli ingegneri appartenenti ad aziende, laboratori di ricerca e università che con i loro studi, le scoperte o le ricerche hanno ottenuto progressi significativi nella tecnologia con un impatto duraturo sulla vita delle persone in tutto il mondo.

L’ACM, è una delle maggiori società scientifiche ed accademiche a livello internazionale, dedicata al calcolo automatico e all’informatica, fondata nel 1947 a New York, attualmente conta 96.000 membri in tutto il mondo.

Grazie alle sue ricerche sulle violazioni della privacy on line e alla sperimentazione di sistemi di protezione dalla fruizione di contenuti dannosi accessibili tramite Internet, la professoressa Elena Ferrari, nel 2009 si era aggiudicata uno dei più prestigiosi premi mondiali nel campo dell’informatica, il Technical Achievement Award 2009, attribuito annualmente dalla IEEE Computer Society.
Su tematiche connesse ai suoi interessi di ricerca, la professoressa Ferrari ha pubblicato più di 150 lavori in riviste internazionali e atti di conferenze; inoltre coordina numerosi progetti di ricerca nazionali e internazionali, ed è coinvolta nella organizzazione e nel comitato di redazione di alcune tra le più prestigiose riviste e conferenze internazionali del settore.

Google+
© Riproduzione Riservata