• Google+
  • Commenta
31 gennaio 2012

Populis Educate: ecco i primi due progetti con le università italiane

Populis , società paneuropea con un team di oltre 150 collaboratori interni in Italia, Irlanda e Germania, oltre ad una vasto network di writers esterni operativi nel Regno Unito, Germania, Olanda, Francia, Italia, Spagna, Svezia, Stati Uniti, Australia, Russia e Brasile, ha deciso di scommettere sui giovani per “condividere il proprio approccio di business, per diffondere la cultura digital tra gli studenti che si preparano ad entrare nel settore e per beneficiare di idee nuove e sperimentali che derivano dalla ricerca universitaria e dagli studenti”.

Ed è per questo motivo che ha deciso di incentivare, attraverso un insieme di iniziative, la collaborazione tra impresa e mondo accademico lanciando i primi due progetti di ricerca in collaborazione con due università italiane.
Stiamo parlando delle università di “Roma3” con la Facoltà di Economia e de “La Sapienza” con la Facoltà d’Ingegneria.

Gli studenti della facoltà di Economia hanno sviluppato un macroprogetto che ha coinvolto per tre mesi circa 60 studenti inseriti in 16 differenti progetti di Marketing sui principali prodotti del Gruppo Populis ( Blogo, Blogosfere, Excite e Populis Create) attraverso una stretta collaborazione tra il team di Marketing di Populis e la Prof.ssa Michela Addis, docente dei corsi di Marketing e Ricerche di Marketing del biennio magistrale.

Gli studenti di Ingegneria dell’Università La Sapienza, invece, hanno sviluppato un sistema informatico antiplagio, ideato e customizzato per la piattaforma di Content on Demand “Populis Create” con il supporto del team di Product & Innovation e di un tesista del Dipartimento di Informatica.

L’obiettivo di questi progetti sta nell’ offrire agli studenti un concreto strumento di formazione, unito alla possibilità di confrontarsi professionalmente con una realtà aziendale giovane dove l’età media dei dipendenti oscilla tra i 30/35 anni, in forte crescita in tutta Europa, sempre interessata ad attrarre e trattenere nuovi talenti che portino idee innovative e stimolanti da impiegare sul campo.

Il successo dei primi progetti Populis Educate e l’interesse verso la nostra Società, che abbiamo riscontrato sia nel mondo Universitario sia tra gli studenti,-spiega Maura Gallotti, HR Manager di Populis – ha naturalmente aumentato il nostro entusiasmo nel dare seguito all’iniziativa. I benefici di Populis Educate sono molteplici, ma mi preme sottolineare che un aspetto molto interessante è la possibilità di avere Università, studenti ed Azienda che lavorano a più mani su progetti sperimentali, innovativi e complessi. Questa esperienza,-conclude- inoltre, ci conferma che tra i giovani ci sono molti talenti e Populis è sempre interessata a conoscerli e valorizzarli al proprio interno, per raggiungere gli obiettivi futuri anche grazie al loro contributo.

Dora Della Sala

Google+
© Riproduzione Riservata