• Google+
  • Commenta
9 gennaio 2012

Risposta alla dichiarazione dell’ ass. Ripa

Caro Ass. Ripa, siamo studenti e studentesse che studiano nei vari luoghi della formazione presenti nella regione.
Ci ritroviamo a giudicare la sua dichiarazione “in natura esistono due generi umani: L’UOMO E LA DONNA.
 
Il resto viene scientificamente classificato come “turbe della psiche”, patologia che rientra nelle competenze della scienza sanitaria in generale e della psicanalisi in particolare” razzista, bigotta, intollerante e completamente irrazionale.
Le ricordiamo inoltre che l’omosessualità, proprio per ragioni scientifiche, fu eliminata dal DSM (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) definitivamente nel 1994 a conclusione di un processo iniziato nel 1974.
 
Nessuno di noi ,nel suo percorso accademico e di studi ,si è mai imbattuto in dichiarazioni della scienza come quelle alle quali fa riferimento Lei. Che forse debba rivedere le sue fonti? Che forse debba ritornare tra i banchi di scuola ad imparare cos’è la scienza e cos’è l’ignoranza?
 
Le scelte personali dei cittadini, seppur Politici, non rientrano nelle prerogative del lavoro da assessore di una giunta comunale di una città come Lecce che non ha bisogno di esternazioni omofobe ed omofobiche, irrazionali e fasciste, proprio a pochi giorni da un pestaggio di quest’ultimo stampo, per andare sotto le luci dei riflettori e che non rappresentano il tessuto culturale della nostra terra.
Ogni donna ed ogni uomo sono liberi di vivere e di esprimere la propria identità sessuale come piace e con chi piace, a qualunque età, facendolo, pur sempre, in maniera sicura
 
L’elezione del Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola è stato sicuramente un momento culturale per il nostro territorio meridionale molto importante, così come l’ospitare il Gay Pride nel 2003 a Bari.
I colori (politici) non contano. Prima di schierarsi, di definirsi di destra o di sinistra, bisognerebbe comprovare se si è degni di discutere di politica. Per farlo c’è bisogno di civiltà. Lei crede di averne a disposizione?
 
La diversità in natura è un fatto ordinario, di assoluta normalità strettamente connesso all’evoluzione.
Se c’è una turbe psichica che paralizza la possibilità di evoluzione e progresso della nostra società è sicuramente la paura del diverso.
Possiamo e dobbiamo  colmare l’ignoranza, che circola intorno a questo argomento,educando ed alimentando la cultura delle differenze. Tuttavia quando si sfocia in dichiarazioni di questo genere, l’ignoranza cede il posto alla deficienza, non potendo far altro che condannare queste medievali affermazioni.
 
Le ricordiamo inoltre che lei come assessore ai Trasporti del Comune di Lecce non solo non si è in alcun modo adoperato per la costituzione del “biglietto unico”, ma non ha avviato alcun progetto per permettere la libera circolazione degli studenti e delle studentesse delle scuole e dell’università.
 
Chiediamo, quindi, a lei, alla giunta e al sindaco le sue IMMEDIATE DIMISSIONI per motivi etici e politici.
Con rispetto parlando, mediti, siamo tutti diversi, diversi da chi la pensa come Lei!
 

Google+
© Riproduzione Riservata