• Google+
  • Commenta
30 gennaio 2012

Test d’ingresso di Medicina e Odontoiatria alla Cattolica: cambiano le regole

Si sa, entrare in Facoltà come Medicina è un’impresa ardua, destinata a una piccola percentuale di chi tenta. La Cattolica prova a cambiare le regole del gioco ma è ancora presto per capire se ciò renderà le selezioni più “giuste” premiando i meritevoli. Di sicuro ci troviamo di fronte a tre sostanziali modificiche relative ai test d’ingresso. La prima riguarda la tempistica, la seconda la valutazione dei trascorsi al liceo e la terza la conoscenza della lingua inglese. Passiamo alla disamina.

Tanto per cominciare il prossimo concorso di ammissione viene anticipato ad aprile (la data prevista è l’11 Aprile sia a Roma che a Milano) e prevederà criteri differenti. Sarà infatti prevista una valutazione che potremmo definire “a priori”, verranno presi in considerazione i risultati ottenuti dal candidato nel corso del terzo e quarto anno delle superiori. Saranno premiati i più costanti dunque ma probabilmente anche penalizzati gli studenti che hanno avuto professori con criteri di valutazione differenti. Miglioria o peggioramento il passato dello studente avrà sicuramente un peso maggiore.

A ciò si aggiunge una disamina della conoscenza della Lingua inglese e una prova scritta consistente in test psicoattitudinali. Il medico del futuro è senza dubbio poliglotta.

Da queste prime prove usciranno 900 candidati per Medicina e 75 per Odontoiatria, risultanti da una graduatoria che dà un punteggio unendo l’attività al liceo e le attitudini riscontrate nel test. Ma l’iter non si conclude qui. Chi riesce a superare il primo scalino si incontrerà a luglio per una prova di cultura generale (orale) che decreterà i “vincitori” che saranno 300 per Medicina e 25 per Odontoiatria.

I posti possono sembrare tanti a un profano ma chi conosce le dinamiche di questi test sa bene che accedere non sarà sicuramente facile. I precedenti test della Cattolica hanno ben 7.903 candidati.

Si resta in attesa del bando ufficiale che verrà presentato il 30 Gennaio 2012 per la settima edizione dell’Open Day, Giornata dedicata all’Orientamento pre-universitario.

Se volete provare non vi resta che raccogliere i frutti dello studio al liceo (o rimpiangere gli errori del passato, dipende dai casi), ripassare l’inglese e sperare di poter iniziare a ripassare per le classiche domande di cultura generale. Una buona notizia sicuramente c’è, anche se non per tutti… chi ha già seminato tanto al liceo può già avere accesso ad una notevole “iniezione” di fiducia.

Tommaso Ceruso

Google+
© Riproduzione Riservata