Ringiovanisce di 11 anni l’università degli Studi Cà Foscari

Antonietta Amato 11 Febbraio 2012

Ringiovanisce di 11 anni l'Università Cà Foscari di Venezia: l’età media del proprio corpo docente e di 5 anni quella del personale tecnico-amministrativo.

E’ il bilancio dato dal confronto fra le assunzioni effettuate dall’ateneo nel biennio 2010-2011 e l’età media complessiva di tutti gli assunti.
I professori, a Ca’ Foscari, ‘ringiovaniscono’ di 11 anni: l’età media totale è di 51 anni, quella dei professori assunti dall’ateneo fra il 2010 e il 2011 è di 40 anni. Numeri ulteriormente positivi se confrontati con la media nazionale: secondo gli ultimi dati disponibili (XI Rapporto sullo stato del sistema universitario, MIUR, 2010), in Italia l’età media dei docenti di ruolo è di 51,6 anni.

Ma ecco i numeri: PTA (personale tecnico-amministrativo): L’età media dei PTA assunti a tempo indeterminato dall’1 gennaio 2010 al 31 gennaio 2012 è di 37 anni (contro una media totale di 46 anni); i dirigenti assunti a tempo indeterminato, nello stesso periodo, presentano un’età media di 45 anni rispetto alla media totale di 49 anni.

Corpo docente: I professori ordinari assunti tra il 2010 e il 2011 hanno un’età media di 48 anni rispetto a una media complessiva di 59. (media nazionale 59,2).

Gli associati assunti da Ca’ Foscari nel biennio 2010-2011 hanno un’età media di 47 anni rispetto alla media totale di 53 (media nazionale 53,2).

I ricercatori assunti a tempo indeterminato fra il 2010 e il 2011 hanno un’età media di 37 anni, quella totale è di 44, quella nazionale di 45,5 anni.

I ricercatori neoassunti – a tempo determinato – hanno un’età media di 38 anni che mantiene la media complessiva anch’essa attestata alla stessa età.

Le assunzioni dei docenti di Ca’ Foscari ‘ringiovaniscono’ dunque di 11 anni: l’età media totale è di 51 anni, quella dei professori assunti dall’ateneo fra il 2010 e il 2011 è di 40 anni.

Il rettore di Ca’ Foscari, Carlo Carraro: «E’ uno sforzo dovuto, pur nella difficile situazione economica che le università stanno vivendo nell’ambito di un quadro complessivo molto duro per tutti – afferma CarraroGli atenei hanno bisogno di energie nuove, talenti cui dare l’opportunità di lavorare e fare ricerca. Non è facile cambiare un trend dall’oggi al domani ma senza dubbio l’abbassamento dell’età media di docenti e personale tecnico-amministrativo è un obiettivo forte del nostro ateneo che su questo fronte ha deciso di investire quanto più possibile. Uno sforzo che dovrebbe accomunare tutte le istituzioni e il mondo delle imprese nell’ottica di far crescere giovani professionalità con le qualità e le energie per rinnovare e rilanciare l’economia del nostro Paese».

© Riproduzione Riservata
avatar Antonietta Amato Studentessa alla facoltà di Economia, è entrata nel mondo del giornalismo giovanissima. Ha partecipato in qualità di direttrice ad un progetto che prevedeva la diffusione locale di un giornale prodotto completamente da ragazzi, i cui proventi sono stati devoluti interamente all’Unicef . Animata anche dalla passione per la scrittura, si è diplomata con una buona media al liceo classico, si è iscritta alla facoltà di economia e gestisce un’attività commerciale, ma continua a coltivare il sogno di poter lavorare un giorno in un’azienda che faccia dell’informazione apartitica la sua capacità distintiva. Il suo compito a Controcampus prevede la risoluzione di tutte le questioni relative alla organizzazione amministrativa, gestione utenze presso la testata: sarà ben disponibile a dare ai nostri collaboratori tutte le relative informazioni. Leggi tutto