• Google+
  • Commenta
23 febbraio 2012

Le nuove povertà nell’epoca della globalizzazione e dell’esclusione

Si occuperà de “Le nuove povertà nell’epoca della globalizzazione e dell’esclusione”  il diciannovesimo corso di educazione allo sviluppo, organizzato dall’Unicef in stretta collaborazione con l’Università di Sassari: dodici appuntamenti, suddivisi in tre moduli, per analizzare le influenze dei processi di globalizzazione sulle società, avanzate o meno, e gli effetti sui percorsi di integrazione (cinque incontri), trattare gli effetti della crisi economica in atto e le nuove povertà ( tre lezioni), approfondire il tema delle diseguaglianze sociali e la discriminazione nei confronti dei più deboli, soprattutto donne e minori (quattro date). Si comincia martedì 28 febbraio, ore 17.30, in Aula A della Facoltà di Lettere, con l’inaugurazione e presentazione del corso, a cui saranno presenti il Rettore Attilio Mastino e la presidente del Comitato Sardegna per l’Unicef professoressa Paola Manconi. Interverrà poi il professor Paolo Fois sul tema “Globalizzazione e regionalismo”, mentre la professoressa Silvana Pinna, presidente del Comitato di Sassari per l’Unicef, illustrerà il rapporto Unicef dedicato alla condizione dell’infanzia nel mondo.

“Gli effetti della globalizzazione – spiega la professoressa Pinna – si avvertono nel progressivo processo di livellamento economico fra i paesi e nelle conseguenze sullo sviluppo locale laddove, pur coesistendo povertà e crescita economica, si aprono nuove opportunità di progresso sociale e civile per tutti: paesi poveri e paesi ad economia forte e consolidata. Il corso nella forma multidisciplinare – prosegue la presidente del Comitato di Sassari – rappresenta uno sguardo sul mondo, con gli occhi di chi vuole comprendere le cause e gli effetti della crisi economica, delle diseguaglianze sociali, delle discriminazioni cui sono soggetti miliardi di persone, soprattutto donne e bambini. L’obiettivo è quello di suscitare nei giovani un forte interesse per le tematiche dello sviluppo, formare la capacità di leggere i fenomeni locali e globali e far acquisire la consapevolezza che è necessaria la partecipazione di tutti per costruire un mondo più giusto”.

Il corso si rivolge principalmente a studenti universitari e neolaureati di ogni facoltà. E’ ammessa una piccola quota di studenti dell’ultimo anno delle superiori, insegnanti, operatori sociali, membri di associazioni e organizzazioni della società civile o aspiranti volontari. Può essere utilizzato come credito formativo e come parte di un tirocinio curricolare. Per la frequenza è obbligatoria l’iscrizione; al termine del Corso, se in regola con la frequenza, verrà rilasciato l’Attestato. Le iscrizioni si ricevono dalle ore 10:00 alle ore 12:00 e dalle ore 16:00 alle 18:00 nel Punto d’Incontro UNICEF, Via Duca degli Abruzzi 3 o via web all’indirizzo www.unicef.it/corso_universita_sassari. Per informazioni è possibile chiamare allo  079/278981 o scrivere all’indirizzo email comitato.sassari@unicef.it

Google+
© Riproduzione Riservata