• Google+
  • Commenta
22 febbraio 2012

L’Islam in cattedra a Como!

La questione islamica sarà materia di esame e di studio all’Università dell’Insubria. A partire, infatti, da mercoledì 29 febbraio (dalle ore 10 alle 13, sede di Sant’Abbondio), il corso di Religioni e diritti nelle società multiculturali nell’ambito del corso di laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale, di Como, (Facoltà di Giurisprudenza) sarà dedicato interamente a Islam e questione islamica.

Saranno esaminate le caratteristiche e la storia dell’Islam, le dinamiche della sua diffusione in Europa in età contemporanea, i cambiamenti legati al passaggio dalle prime alle “seconde” generazioni e le questioni sociali e giuridiche che la stabile presenza musulmana solleva nei Paesi del “Vecchio continente”.

«In particolare – sottolinea il titolare del corso, professor Alessandro Ferrari – si affronteranno le questioni dell’identità religiosa: velo, macellazione e alimentazione; le questioni scolastiche; il tema delle moschee e dei luoghi di culto; il matrimonio e il diritto di famiglia, il tutto in un’ottica attenta alle esigenze di chi dovrà operare, concretamente, nella gestione di simili questioni».

Proprio per queste caratteristiche e il taglio pratico, il corso non sarà ad esclusivo appannaggio degli studenti di Giurisprudenza, ma «sarà aperto anche a chi, operatori sociali, mediatori già in servizio, agenti di pubblica sicurezza, pubblici funzionari in genere, responsabili di comunità ed associazioni religiose si trovino a doversi quotidianamente confrontare con le problematiche legate alla trasformazione in senso multiculturale e multiconfessionale della nostra società».

La Facoltà di Giurisprudenza dell’Insubria sta diventato sempre più un vero e proprio “polo” sulle religioni, i loro diritti e i rapporti con gli stati, infatti il nuovo insegnamento va ad affiancarsi ad altri due corsi, sempre tenuti dal professor Ferrari, che approfondiscono il rapporto diritto-religione: il corso di diritto Comparato delle Religioni, dove in chiave più giuridica sono analizzati i diritti delle grandi tradizioni monoteistiche: ebraismo, cristianesimo e islam, comparandoli con diritti orientali induismo e buddhismo; e il corso di Diritto Ecclesiastico che approfondisce il tema di come gli Stati europei affrontano le questioni religiose.

Per maggiori info e per iscriversi al singolo modulo:

(anna.mazza@uninsubria.it).

 

Google+
© Riproduzione Riservata