Fav
  • Google+
  • Commenta
22 febbraio 2012

Tossicità di cibo e aria: guida all’uso

Un sistema per prevedere nel dettaglio quali effetti hanno i differenti agenti tossici presenti, sull’uomo, i cibi e l’ambiente. Questo è il cuore del primo e unico manuale di Ecotossicità che mette assieme tutti i test disponibili per calcolare le ricadute di diversi elementi tossici.

E’ fresco di stampa per la Casa Editrice ARACNE di Roma il libro realizzato dal prof. Guido Perin insieme al collega Renato Baudo del CNR “Ecotossi
cologia quantitativa applicata
” che  conclude il lavoro di oltre trent’anni di insegnamento a Ca’ Foscari del corso corrispondente e riporta, sviluppate, ampliate ed integrate, le Dispense create per gli studenti.

Si tratta di temi al centro di uno degli appuntamenti del ciclo “I giovedì della scienza” in programma giovedì 23 febbraio alle ore 17.30 al Centro Culturale Candiani di Mestre, intitolato “Inquinamento atmosferico: quale popolazione è più a rischio”, curato da “Cono-scienze: comunicare e argomentare le scienze”, progetto della Biblioteca di area scientifica di Ca’ Foscari.

L’ecotossicologia si occupa dello studio degli effetti tossici, causati da inquinanti naturali o sintetici, sui costituenti degli ecosistemi, animali (inclusi gli umani), vegetali e microbi. E’ una scienza relativamente recente  che mira a quantificare gli effetti dei fattori di stress sulle popolazioni naturali, comunità o ecosistemi.

Questo trattato “cafoscarino” è, per completezza, il primo in Italia e, per come è impostato, certamente il primo in Europa. La SETAC Europe (Society for Environmental Chemistry and Toxicology), infatti, ha già proposto una edizione internazionale. Si tratta di 430 pagine, formato A4, doppia colonna e font 11, in sostanza corrisponde ad un testo di più di 800 pagine nel formato convenzionale.

Ecotossicologia è una disciplina che coinvolge tutti, ma è più “chimica” o più “biologica”? Il manuale ha messo insieme un chimico ed un biologo e le diverse componenti della preparazione del chimico (termodinamica, chimica analitica, chimica ambientale…) si fondono con quelle del biologo (zoologia, botanica, ecologia…) ottenendo uno strumento utilizzabile tanto per la didattica che dall’addetto ai lavori.

L’Ecotossicologia nata a Ca’Foscari negli anni ’70 come chimica della produzione dell’aria e dell’acqua, ha avuto un notevolissimo successo creando una scuola che è il punto di partenza della sostenibilità ambientale in quanto quantitativa. Ca’ Foscari ha ospitato il primo insegnamento in Italia con Chimica dell’ambiente, evolutosi poi in Ecotossicologia, disciplina che è alla base di tutti i processi moderni di ecosostenibilità.

In questo campo l’opera dei Professori Baudo e Perin ha il merito di aver percepito la possibilità, apparentemente remota, di coniugare conoscenze ed esperienze maturate in campo applicativo e didattico così distanti tra loro rivolgendosi sia agli studenti che si indirizzano verso lo studio delle scienze ambientali, sia agli operatori e alle istituzioni, nell’affrontare le tematiche ambientali, le loro interconnessioni e soprattutto gli effetti e il destino delle sostanze tossiche nei vari comparti.

Uno dei punti chiave del testo è la possibilità di prevedere gli effetti tossici di composti nocivi dell’ambiente attraverso tecniche di test biologici e test chimici previsionali. Si vede se un certo tipo di tossico altera il metabolismo o le funzionalità biologiche per esempio di animali come i ricci marini o le alghe che fanno quindi da “segnalatori” di situazioni anomale.

Il testo trasmette al lettore la passione per la scienza degli Autori ma anche la meticolosità e il rigore di relazioni, processi e verifiche. L’attenzione estrema ai bisogni degli studenti, maturata in anni e anni di insegnamento, ha condotto alla presentazione di figure e tabelle esplicative di immediata comprensione ed interpretazione che arricchiscono enormemente il testo.

Un’ opera che rappresenta non solo un testo universitario valido per tutti i Corsi di Laurea a indirizzo chimico–biologico–ambientale, ma anche un’ottima guida per professionisti, ricercatori, dottorandi e cultori della materia.

 

Google+
© Riproduzione Riservata