• Google+
  • Commenta
13 marzo 2012

Giovani e disagi: l’Università che interviene…

Giovani che osano, rischiano, vanno oltre i limiti del concreto giovani che alla fine si ritrovano soli o si sentono tali e finiscono per commettere atti tremendi… Del suicidio in adolescenza e del rapporto tra giovani e limiti  si concentrerà l’incontro al Centro Congressi dell’Ateneo di Scienze della Comunicazione (in via Salaria,113) alle ore 18,00 del 13 marzo 2012.

Questo incontro che fa parte dei MARTEDI D’AUTORE, organizzati dal Laboratorio di cultura moderna del Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale ha nel suo piccolo cercato di intervenire di fronte a un fenomeno  tragico  come il SUICIDIO NELL’ADOLESCENZA o il RAPPORTO GIOVANI\LIMITI  facendo intervenire personalità di rilievo quali psichiatri e docenti universitari.

Per quanto riguarda il tema del suicidio in particolare sarà suffragato dal libro ‘Il suicidio in adolescenza quando una vita deraglia’ alla presenza degli autori Zbignew Formella e Antonio De Filippo.

Un’iniziativa molto apprezzabile considerando che  il suicidio è diventata la seconda causa di morte tra i giovani tra i 15 e 19 anni mentre la prima causa è di pertinenza ad incidenti probabilmente determinati dalla voglia di rischiare che (quasi) tutti i giovani hanno.

E’ giusto che si rifletta su temi di tale entità. Arrivare a pensare al suicidio o la voglia di azzardare sempre più sono evidenti cause di disagi interiori che alcuni ragazzi hanno, bisogna interrogarsi sui perchè di tali disagi cosa si possa fare per risolvere la questione.

La vita, come spesso si sente dire, è una sola non dobbiamo distruggerla ma dobbiamo custodirla, tutelarla… I giovani che spesso sentono uno strano bisogno\dovere di divertirsi dovrebbero essere in grado di capire che il divertimento può trovarsi anche tra le pagine di un libro o il sorriso di persone care. Divertimento non comporta sballo sempre  perchè spesso è proprio da questo dovuto sballo che nascono i disagi che portano a perdersi nella strada difficile della vita.

 

Google+
© Riproduzione Riservata