• Google+
  • Commenta
7 marzo 2012

Harvard studia il risollevamento dell’economia Americana

I grandi intellettuali di Harvard, hanno deciso di studiare con minuziosa precisione il presunto declino dell’egemonia degli Stati Uniti come superpotenza economica. Ciò che gli studiosi della prestigiosa università hanno dedotto è che vi sono molti segni di un possibile declino del business Americano: inoltre, il 71% degli ex allievi – oggi per lo più professionisti, top manager e gente di finanza – prevede che nei prossimi anni l’ America perderà competitività.

La proposta di Harvard è quella di cambiare radicalmente il paradigma economico vigente da anni, quella di reinventare l’America!La Harvard University School è andata fino in fondo al problema, ed ha organizzato una serie di convegni sul tema, ai quali hanno preso parte importanti docenti.

Tra questi Thomas Kochan, sostiene che : Quel che è buono per le singole imprese americane non è più automaticamente buono per il business a livello nazionale, per i lavoratori americani o per l’ economia. Dunque  pare si sia spezzata la grande catena industriale e organizzativa, quasi naturale e innata, che dominava la big apple! Kochan pertanto consiglia che è possibile far rinascere le imprese ponendoci a capo lavoratori ad alta capacità collaborativa, in grado di lasciar allineare gli interessi di mercato a quelli dei clienti.

Harvard poi ha elaborato la proposta di un Jobs Compact per il futuro dell’ America, finalizzato alla creazione di 20 milioni di nuovi posti di lavoro di alta qualità. Obiettivo principale è quello di investire sul «capitale umano» e di far si che non solo le imprese investano in America ma anche che molte produzioni ritornino ad essere esportate all’ estero come negli anni d’oro degli United States!

Ma  l’ attenzione è da puntare anche sulla scuola e l’ educazione, sulle strategie di localizzazione, sui problemi della manifattura, sulla finanza, sulla macro-economia e sulla politica. In assenza di cambiamento di questi assetti che stanno via via degenerando, il declino del Paese potrebbe essere catastrofico.

Google+
© Riproduzione Riservata