• Google+
  • Commenta
29 marzo 2012

Primo Careers Asia Day a Ca’ Foscari, in cerca di giovani talenti

VENEZIA – Scoprire tutte le opportunità di stage e lavoro per studenti e neolaureati in aziende italiane e internazionali attive nel mercato asiatico e proporsi direttamente con il proprio curriculum affrontando il colloquio in ateneo: è  l’International Careers Asia, oggi a Ca’ Foscari, primo evento di placement dell’università veneziana tutto dedicato all’Asia.

Air One, Bosch, Nipro-Europe NV, Optim Consulting PTE LTD, Piaggio&C.s.p.a., The Vineyard HK Limited, Thun s.p.a e Usco s.p.a. sono i ‘colossi’ presenti a Ca’ Foscari per proporre le proprie opportunità a giovani talenti di area linguistica ed economica.

Cina, India, Giappone, Corea, Singapore,Turchia,Thailandia e Paesi Arabi del Golfo sono i Paesi a cui si rivolgono in particolare le aziende interessate a svilupparsi nel mercato asiatico.

L’evento si inserisce nel progetto dell’ateneo “Ca’ Foscari Porta dell’Asia” che mira ad offrire agli studenti cafoscarini stage da tre a sei mesi attraverso una rete di collaborazioni con le aziende italiane presenti in Cina. Un progetto avviato all’inizio del 2012 che conta già 19 studenti partiti: 8 dai Dipartimenti di Management/Economia e 11 dal Dipartimento di  Studi sull’Asia e Africa Mediterranea .

«Ca’ Foscari si conferma con l’ideazione di questo primo International Careers dedicato all’Asia – dice il Rettore Carlo Carraro – un’università dinamica, collegata con il territorio e che ha a cuore il futuro dei propri studenti. L’obiettivo finale dell’ateneo, più importante di quello intermedio di far superare esami e fornire corsi, deve essere quello di dare un collegamento con il mondo del lavoro che sia ben disegnato. E’ questo importante contributo che si intende dare con il primo International Careers Asia, anche considerando che in quest’ultimo anno le matricole di lingue orientali sono passate da 500 a 820».

Anche Tiziana Lippiello, Direttore del Dipartimento di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea, sottolinea l’importanza dell’iniziativa rivolta al mercato asiatico. «Non ci rivolgiamo soltanto a paesi come Cina e Giappone, ma allarghiamo le prospettive anche a paesi come India, Paesi Arabi, Thailandia per cercare di accompagnare i nostri studenti nella ricerca di una prospettiva di lavoro soddisfacente».

Adalberto Perulli, delegato del rettore per Stage e Placement rilancia: «La sfida che vogliamo vincere consiste, ora, nel consolidare ed espandere la presenza di Ca’ Foscari nel mondo asiatico, realizzando accordi internazionali volti a costituire desk operativi, al servizio dei nostri studenti, presso la Camera di Commercio Italiana a Singapore e la Camera di Commercio Italiana in Giappone, convenzioni per stage con alcuni enti coreani e con la Camera di Commercio Italiana negli Emirati Arabi, nonché presso la Camera di Commercio in Cina. In un mercato del lavoro ormai globalizzato e senza frontiere, vogliamo fare dei nostri studenti dei cittadini del mondo».In occasione del Careers Asia il Rettore di Ca’ Foscari ha sottoscritto 10 nuovi accordi internazionali con enti ed istituzioni asiatiche, altri tre sono stati sottoscritti nelle scorse settimane e uno è in fase di definizione.

Di seguito l’elenco degli enti con cui sono stati sottoscritti gli accordi: Camera di Commercio Italiana in Giappone, Camera di Commercio Italiana a Singapore, Camera di Commercio Italiana negli UAE, Camera di Commercio in Corea, KNTO (Korea Tourism Organization), Optim Consulting, Vineyard HK Limited,

CIAI – Italian Association for kid to Children, Thun Italia.

Già siglati gli accordi con

1.C&A Advisors Enterprise Management Consulting (Shanghai) Co., Ltd – Shanghai, Cina
2.The Travel Professional Shanghai P.R. Cina – Shanghai, Cina
3. Sam and Lam Entreprises Co., Ltd – Canton, Cina

Nelle prossime settimane sarà siglata convenzione con KBA (Korean Broadcasters Association).

Il Vice console della Repubblica di Korea ha inoltre firmato oggi due accordi di scambio culturale con Arts Council Korea su tematiche che riguardano l’arte, la letteratura, la cultura.

Nel 2011 a Ca’ Foscari sono stati circa 3.000 gli studenti che hanno scelto  lingue dell’area orientale.

In particolare, che sia di prima o di seconda lingua queste in particolare le scelte:  2.253 lingua cinese, 1.871 lingua giapponese, 561 di coreano, 124 hindi, 43 mancese, 434 arabo, 73 turco, 7 armeno, 43 persiano, 12 tibetano.

La giornata si è aperta con la Tavola rotonda Italia e Asia: il valore aggiunto dell’offerta globale per le imprese e i laureati di Ca’ Foscari (Aula Magna Ca’ Dolfin) moderata da Tiziana Lippiello, Direttore del Dipartimento di Studi sull’Asia e sull’Africa mediterranea e da Adalberto Perulli, delegato del rettore per le Attività di Placement. L’evento, nel primo pomeriggio, è quindi proseguito con i seminari informativi con focus per conoscere da vicino le realtà socio economiche dei Paesi asiatici e la visita degli studenti agli stand aziendali presso gli Spazi espositivi di Ca’ Foscari.

 

 

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata