• Google+
  • Commenta
13 aprile 2012

PROTECT: Joint-Venture tra Università di Camerino e Provincia di Macerata

Il 13 Aprile verranno presentati a Camerino, i risultati di una ricerca che ha coinvolto l’ateneo di Camerino, la Provincia di Macerata e  funzionari tecnici della Protezione Civile provinciale. Questo progetto punta il tiro verso un problema annoso per l’ambiente: gli incendi boschivi.

Questa ricerca ha portato ad un risultato veramente ambizioso: l’elaborazione di un indice meteorologico idoneo a costruire bollettini sullo stato di pericolosità circa la possibilità del verificarsi di incendi boschivi nell’area mediterranea.

Tramite la rilevazione dell’umidità e di altri paramentri ambientali, questo strumento servirà per avere un bollettino meteo e anche prevenzione degli incendi.

Capofila del progetto, che fa parte dell’ “An Integrated European Model To Protect Mediterranean Forests From Fire” (acronimo Protect), è la Provincia di Macerata, con la collaborazione dell’Università di Camerino e la Protezione Civile provinciale. Ma non è solo un progetto italiano, anzi marchigiano, ma agli studi hanno partecipato anche università ed enti europei come l’Università di Algarve (Portogallo) e di Provenza (Francia), i dipartimenti delle foreste del Portogallo, di Cipro ed il dipartimento di sviluppo sostenibile dell’Istria (Croazia), e anche la Provincia di Malaga (Spagna) e del Peloponneso (Grecia).

Al summit, presso la Sala degli Stemmi di Palazzo Ducale, oltre ai rappresentanti degli enti stranieri, interverranno anche il Presidente della provincia maceratese, il rettore dell’ateneo camerte le organizzazioni di protezione civile ed i comandanti provinciali di Vigili del Fuoco e Corpo Forestale dello Stato.

Con questo incontro si darà anche una vista allo stato di progressione e innovazione del progetto Protect, che servirà per sviluppare e trasferire, anche a livello europeo, le nozioni per prevenire gli incendi boschivi.

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata