• Google+
  • Commenta
3 aprile 2012

Servizio di Assistenza e Integrazione Studenti Disabili all’università di Pavia

Said_logoÈ stata presentata al Collegio Volta di Pavia, la nuova stanza domotica per studenti disabili dell’Università di Pavia. Sono sei le stanze domotiche nei collegi universitari di Pavia, allestite dal SAISD, Servizio di Assistenza e Integrazione per gli Studenti Disabili dell’Ateneo, che da alcuni anni è orientato a potenziare l’offerta di attrezzature domotiche con la predisposizione di ulteriori camere per gli studenti con disabilità.

Pavia accoglie 200 studenti disabili, un numero in costante crescita – commenta il Presidente del SAISD Alessandro Greco, delegato per lo sport, gli studenti disabili, gli studenti con DSA e le fasce deboli – pari a più del 15% di tutti gli studenti universitari presenti in Lombardia. Avere dotazioni all’avanguardia come le stanze domotich e– 4 al collegio Giasone del Maino (una specificatamente pensata per un utente non vedente)  e 2 al collegio Volta – fa sì che gli studenti con disabilità scelgano l’ Università di Pavia, che si distingue a livello nazionale come l’Ateneo con il maggior numero di soluzioni alloggiative dedicate alle persone con disabilità.”

Il Centro S.A.I.S.D. offre un servizio di accoglienza, assistenza agli studenti universitari con disabilità e dal febbraio di quest’anno il Centro si preoccupa di fornire assistenza anche agli studenti affetti da disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) – dislessia –  secondo quanto previsto dalla Legge 170 del 2010 e dalle relative Linee Guida di Attuazione, ed integrazione all’interno dell’Università; organizza, supporta, coordina e monitora tutte le iniziative concernenti l’integrazione degli studenti disabili in tutti gli aspetti della vita universitaria, consentendo la frequenza alle lezioni, ai laboratori, l’accesso alle biblioteche e a tutte le strutture universitarie.

“Un investimento importante – commenta il Rettore del Collegio Volta, Ermanno Gherardi – che rende conto degli sforzi necessari per rendere accessibili i luoghi storici e non ai disabili. Il Collegio Volta accoglie al momento due stanze domotiche, ma altre saranno probabilmente allestite nella nuova ala del collegio, che prevediamo di aprire entro il 2014 e che avrà 83 camere.”

Le stanze sono state realizzate con arredi specifici, che favoriscono l’indipendenza e la sicurezza degli utenti con disabilità, che quindi possono risiedere nei collegi insieme agli studenti normodotati; in questo modo si favorisce l’integrazione sociale e culturale, eliminando anche le barriere “invisibili” che portano alla emarginazione e, spesso, sono più difficili da superare.
Oltre a letti ortopedici con meccanismo alza-malati, le camere sono dotate di arredi con sistemi meccanici alimentati elettricamente che consentono la loro regolazione in altezza secondo le esigenze dell’utente e sistemi di sicurezza per evitare infortuni.

Il Centro ha in programma ulteriori progetti, alcuni già avviati altri di prossima realizzazione

Per maggiori informazioni: disabili@unipv.it

 

Google+
© Riproduzione Riservata