• Google+
  • Commenta
13 Maggio 2012

Immatricolazioni: Cali record a Lecce

LECCE- Negli ultimi cinque anni si è visto un calo enorme degli iscritti all’Università del Salento e di coloro che hanno lasciato l’Università per iscriversi al centro-nord Italia e proseguire gli studi.
Lo dicono i numeri, lo dicono le statistiche.
Nel 2005 gli iscritti all’Università del Salento superavano i 28000 iscritti, a distanza di sette anni, vi è un calo di ben 6000 unità:  infatti nel 2012 risultano circa 22000 iscritti.

Questo è un quadro molto negativo per il Salento, ma c’è dell’altro.
In quest’ultimo anno accademico 2011-2012 gli immatricolati a tutte le facoltà di Lecce, sono 10 le facoltà, sono stati in totale 3007 esattamente 333 in meno rispetto all’anno accademico precedente, vale a dire il 2010-2011 e ancora 664 in meno rispetto al 2009-2010. Nel giro di tre anni c’è stato un calo di ben 1163 immatricolazioni.

Nove anni fa, nell’anno accademico 2003-2004 le immatricolazioni furono 5304, un numero ben più alto, quasi il doppio rispetto all’ultimo anno accademico.
Numeri da far girare la testa.

Se la media nazionale ha avuto un calo del 4,1% negli ultimi anni, l’Università del Salento ha avunto un calo del 12,6% un calo molto preoccupante. Si potrebbe addirittura parlare di caduta libera. Anno dopo anno, si sta andando verso il declino. Forse l’Università del Salento dovrebbe trovare dei nuovi spunti affinché si fermi questo declino e trovare magari qualche spunto per incentivare di più i giovani studenti.
Un anno fa gli iscritti erano quasi 24000, si è avuto un calo addirittura di duemila studenti negli ultimi dodici mesi.
Nella facoltà di Ingegneria si è avuto un forte calo, si è passati dai 505 studenti immatricolati nel 2010-2011 a 384 immatricolati nell’ultimo anno.
Solo la facoltà di Giurisprudenza ha ancora molti iscritti, seppur anche quest’ultima è in una fase di declino. Nell’ultimo anno si sono avuti 521 iscritti.
Gli iscritti totali di Giurisprudenza sono 3451, seguita dalla facoltà di Economia.
Gli studenti dell’Università del Salento sperano che si riesca a fermare questo declino con qualche provvedimento che aiuta a migliorare il loro ateneo.

Google+
© Riproduzione Riservata