• Google+
  • Commenta
24 maggio 2012

«Laurea comprata» del Trota: duri provvedimenti per l’Università privata Kristal di Tirana

L’ormai nota faccenda della laurea triennale in Gestione aziendale acquistata da Renzo Bossi fa sentire le sue conseguenze non solo in Italia ma anche in Albania, paese originario dell’Università privata  che avrebbe “venduto” il titolo al  figlio del leader della Lega Nord.

Il caso – Il Primo Ministro albanese, Sali Berisha, ha deciso di punire duramente l’Università privata di Tirana, la Kristal, che avrebbe permesso al giovane Bossi di comperare il titolo di laurea: verrà infatti sottratta per la durata di un anno la licenza della suddetta Università e, di conseguenza, non sarà possibile immatricolarsi, né alla triennale, né alla specialistica, per l’anno accademico 2012 – 2013.

«Come sempre serve un occidentale per migliorare le cose in Albania», è il commento delle testate giornalistiche locali. E, difatti, oltre che alla sospensione delle attività didattiche, l’ Università Kristal sarà sottoposta a controlli trimestrali effettuati dal Ministero dell’Istruzione e della Scienza e, alla fine dell’anno accademico, dovrà ripresentare domanda per l’accreditamento.

E non è neppure detto che superi il test e le sia concesso di ripristinare la propria attività didattica dal momento che l’Università sembra essere coinvolta in «altre irregolarità», come dichiara  Edlira Late, capo di gabinetto del Ministero.

Il caso “Trota” ha mobilitato la macchina governativa albanese: il Ministero, già il prossimo mese, pubblicherà un dossier sulle Università, proprio per verificare l’esistenza di altri casi simili. «Per cercare di capire quanto sia esteso il fenomeno dei diplomi comprati per 8-12 mila euro», dichiara il Ministero, sono già stati effettuati controlli sui titoli di laurea rilasciati a partire dal 2008, in special modo a studenti stranieri. E ricordiamo, ad esempio,  che si contano almeno cinquanta italiani iscritti alle Università albanesi.

Non sembra, o almeno, non sembrava fino a qualche settimana fa così difficile comperare un titolo di laurea in Albania: Renzo Bossi, infatti, non era neppure a conoscenza della lingua locale, non era diplomato in Italia e non aveva mai visitato l’Albania. Ciò dimostra quanto i controlli fossero effimeri e la corruzione profonda. Insomma, era un gioco di ragazzi, anzi un “giocattolo” per benestanti e svogliati figli di papà.

Google+
© Riproduzione Riservata