• Google+
  • Commenta
1 Maggio 2012

Sindacati in nome del desiderio, speranza e passione: i temi del 1 maggio

Un primo maggio in nome del desiderio, speranza e passione quello cantato e suonato in questa ultima edizione.

Una Piazza San Giovanni, come sempre, gremita di gente e giovani ragazzi che hanno cantato e ballato le note presentate dai loro cantanti preferiti, i quali e soprattutto quest’anno, hanno introdotto temi profondi in riferimento alla crisi economica, il lavoro che non c’è e in generale alla complessa situazione economica mondiale e italiana in particolare.

Anche quest’anno la festa del primo maggio è riuscita ad inculcare a tanti, quell’idea reale riguardo al modo in cui, in un’epoca come l’attuale si debba tirar avanti.

Ancora una volta CGIL, CISL, UIL e attraverso il loro solito concerto realizzato, hanno confermato ciò che in questi ultimi mesi e soprattutto dall’inizio del Governo Monti, la dura prova che ancora una volta il Paese è stato chiamato a superare.

Una dura prova questa che continua a mettere in serie difficoltà le famiglie, le imprese e tanti individui che vivono in condizioni estremamente precarie.

Desiderio di ripresa, speranza in un futuro adeguato e passione nello strumento quale la musica per l’appunto, possa diffondere realmente qualcosa di vero e positivo.

Google+
© Riproduzione Riservata