• Google+
  • Commenta
31 Maggio 2012

Tagli all’istruzione, il parere del Presidente


Durante la presentazione dell’Osservatorio del Lavoro dell’Arel, il nostro presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si è espresso in merito alla questione dei tagli all’università.

IL DISCORSO- Durante il suo intervento presso l’Università di Udine, il presidente della repubblica, ha detto la sua in materia di tagli all’università e alla ricerca.

“E’ stato un errore grave tagliare in modo indiscriminato la spesa pubblica, nelle componenti che riguardano il futuro e la creazione di occupazione e la valorizzazione del capitale umano, ma si sta cambiando registro”

Il Presidente ha teso a sottolineare che nonostante le misure di austerity intraprese dal Governo Monti, siano state una scelta obbligata visto il precario equilibrio economico del nostro paese, alcuni tagli sono stati fin troppo drastici.

“La condizione giovanile in Italia si e’ fatta sempre piu’ critica col dispiegarsi degli effetti della crisi  sebbene l’austerity sia indispensabile, i tagli non possano essere fatti con il machete, soprattutto quando si deve impostare il futuro della società” ha dichiarato Napolitano “ è necessario far valere la spesa e l’impegno dell’investimento pubblico e privato per la ricerca e l’alta formazione per le università e tutte le istituzioni.Mi muoverò anch’io perchè queste scelte vengano fatte in modo netto e convinto”.

Il Presidente ha poi concluso il suo discorso, garantendo appoggio indiscusso alla causa fino alla fine del suo mandato. Parole toccanti quelle di Napolitano, un’analisi sentita e oggettiva della triste realtà di un paese come l’Italia che da fin troppo tempo ormai, ipoteca l’avvenire dei ragazzi, il futuro della nazione, per riuscire a sanare problemi del tutto estranei ad un campo come l’istruzione.

GLI APPREZZAMENTI– I pensieri espressi dal Capo dello Stato, hanno avuto una vasta risonanza all’interno dell’ambiente universitario, suscitando plausi e vaste speranze. Lo stesso Marco Mancini presidente della CRUI , Conferenza dei Rettori delle università Italiane, ha manifestato il suo apprezzamento per il discorso tenuto dal Presidente:

”Il mondo dell’Universita’ non puo’ che manifestare la propria gratitudine – ha dichiarato Mancini – nei confronti del personale impegno del Presidente della Repubblica a sostegno della ricerca e dell’alta formazione. I tagli indiscriminati alla spesa sono in effetti un errore: il futuro stesso della nostra societa’. Pensare di uscire dalla crisi togliendo linfa vitale alle sorgenti dell’innovazione e’ un controsenso rischioso e inaccettabile”

E’ sempre il Governo però a tenere il coltello dalla parte del manico, che questi ascolti le sagge parole del Presidente ponendo rimedio ad una situazione che ormai da troppo tempo è stata lasciata alla deriva, è la segreta speranza di studenti e professori. Ma pur troppo, stando alla divisione dei poteri politici  italiani, quello espresso dal Presidente della Repubblica, è solo un parere.

Google+
© Riproduzione Riservata