• Google+
  • Commenta
12 giugno 2012

Dai neutrini del Gran Sasso ai diamanti di sangue, l’Associazione Allievi

Dai neutrini del Gran Sasso
Dai neutrini del Gran Sasso

Dai neutrini del Gran Sasso

Dai neutrini del Gran Sasso ai diamanti di sangue, l’Associazione Allievi della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

Dalla fisica, in particolare dagli ormai celebri neutrini, allo sfruttamento delle risorse naturali come nuova forma di colonialismo.

Su questi temi, così differenti eppure entrambi rientranti negli interessi accademici, ruoteranno i due seminari promossi dall’Associazione Allievi della Scuola Superiore Sant’Anna e aperti a tutti coloro che sono interessati a parteciparvi. Gli appuntamenti sono fissati, rispettivamente per le ore 17.00 di giovedì 14 giugno e per le ore 10.30 di venerdì 15 giugno.

Il primo seminario (giovedì 14, ore 17.00, aula 3) si intitola “L’avventura dei neutrini dal Cern al Gran Sasso: il progetto Opera” e vedrà come relatore Antonio Ereditato, Direttore dell’Albert Einstein Center for Fundamental Physics, che illustrerà le fasi del progetto Opera, relativo alla presenza di neutrini tau in un fascio di particelle lanciato dai laboratori del Cern verso il Gran Sasso. L’esperimento ha avuto ampio risalto mediatico per la presunta scoperta, poi smentita, della possibilità che il neutrino viaggiasse a velocità superiore della luce. Il seminario è l’occasione per fare chiarezza su una vicenda che ha turbato il mondo della ricerca scientifica e per spiegare i reali obiettivi del progetto Opera.

Il secondo seminario (venerdì 15, ore 10.30, aula 3“) è invece dedicato all’ “Attualità di un rapporto sul Congo” e partirà dalla presentazione di un volume di Mario Scotognella intitolato “Il rapporto sul Congo” per sviluppare una riflessione sul tema dello sfruttamento delle risorse naturali di questo Paese africano e sui meccanismi di vecchia e nuova colonizzazione nel continente. Si discuterà soprattutto delle conseguenze economiche, politiche ed umanitarie che il commercio dei “blood diamonds” determina in una delle regioni più instabili dell’Africa equatoriale. Saranno presenti Mario Scotognella, curatore e traduttore del libro, e Paolo Sannella, Ministro Plenipotenziario e Presidente del Centro Studi sul Congo.

Google+
© Riproduzione Riservata