• Google+
  • Commenta
4 giugno 2012

Due universitari pisani ai G8& G20 Youth Summits

Dario Mazzella, in qualità di Capo di Stato, e ClaudiaVanni, press agent, inviati speciali a Washington

Per il secondo anno consecutivo,l’Università di Pisa vede scegliere tra i propri studenti, alcuni membri delladelegazione italiana che prenderà parte ai G8 & G20 Youth Summits, inprogramma a Washington dal 3 al 9 giugno. Si tratta del più importante eventodiplomatico giovanile, parallelo al vertice dei “Grandi”: non assimilabili ai Models, basati sul principio dellasimulazione, gli Youth Summits hanno avuto il riconoscimento di ufficialità daiveri leader mondiali e sono, quindi, evento parallelo dei G8 & G20politici, comunemente conosciuti.

Borsa in spalla e positionpaper in mano, apartire dall’ateneo pisano saranno Dario Mazzella, in qualità di Capo di Stato,e Claudia Vanni, press agent del gruppo, inviata speciale dagli States. Nellospecifico, Dario ha 27 anni e vive a La Spezia: è laureato in Scienze politichee internazionali con 110/110 all’Università di Pisa e ha una laureaspecialistica in Politiche e Relazioni Internazionali, oltre che un master inGovernance politica; è attualmente iscritto al primo anno del corso didottorato in Geopolitica, sempre presso la facoltà di Scienze politichedell’ateneo pisano. Claudia invece ha 22 anni e vive a Vecchiano, in provinciadi Pisa; è in procinto di laurea in Scienze politiche internazionali ed ègiornalista pubblicista iscritta all’Ordine della Toscana; ha iniziato a esercitarela professione all’età di 17 anni, facendo esperienze nel campo del giornalismotelevisivo, presso un’emittente locale, 50Canale; ha poi sperimentato ilgiornalismo radiofonico e l’ufficio stampa.

La squadra, scelta da YoungAmbassadors Society (YAS), dopo un’accurata analisi delle centinaia di domandee di curricula pervenuti, è composta da altri sette ragazzi, tra i 20 e i 27anni con diversi background formativi e professionali. Nella città della WhiteHouse i delegati italiani si confronteranno con quelli provenienti da tutto ilmondo: negozieranno, dibatteranno e daranno vita a idee nuove e tangibili chesaranno raccolte in un Comunicato Finale, il quale verrà poi trasmesso aigoverni nazionali e al tavolo del G20 ufficiale, in programma pochi giornidopo, a Los Cabos, in Messico.

In vista dell’appuntamentoamericano i delegati hanno già avuto modo di esercitare la loro artediplomatica nel pre-summit europeo che si è svolto a Berlino, dall’11 al 13maggio. I rappresentanti italiani inoltre, per arricchire il proprio bagagliocognitivo, si sono confrontati con le istituzioni italiane, incontrandol’ufficio G8&G20 rispettivamente al Ministero degli Affari Esteri e alMinistero dell’Economia e della Finanza, oltre che la Rappresentanza Permanentedell’Italia presso le Nazioni Unite e lo Sherpa italiano.

Google+
© Riproduzione Riservata