• Google+
  • Commenta
10 giugno 2012

Esame di terza media 2012: tutte le info

Tutte le modalità di svolgimento e valutazione delle prove d’esame.

Saranno in 578.000 a sostenere, tra pochi giorni, i famigerati esami di terza media. Vediamone dunque, una per una, le tappe.

L’ammissione all’esame è concessa unicamente a chi non abbia accumulato un numero di assenze scolastiche superiore a 50 e abbia raggiunto la sufficienza in tutte le materie e nel voto di condotta.

La prima prova è generalmente quella di lingua italiana, che consiste nello svolgimento di un tema. Le tracce da sviluppare sono molteplici e sarà allo studente scegliere in piena autonomia quella che ritiene maggiormente interessante. La durata della prova è di 4 ore.

La seconda riguarda le lingue comunitarie. Può articolarsi in due parti- se l’indirizzo è bilingue – da sostenere nello stesso giorno o in due giorni distinti, ognuna della durata di 3 ore. La commissione d’esame può sospendere la prova relativa alla seconda lingua studiata (francese; tedesco; spagnolo) e utilizzarne le 3 ore per dilatare i tempi della prove di italiano o inglese.

La terza prova è quella di matematica ed elementi di scienze e tecnologia. Lo studente dovrà rispondere a domande e quesiti e dimostrare ampia conoscenza degli argomenti affrontati nel corso dell’intero anno scolastico. Anche la durata di questa prova è pari a 3 ore.

La quarta prova corrisponde al famoso test Invalsi, che quest’anno verrà affrontata nelle scuole di tutta Italia il 18 di Giugno. La durata è di due ore: la prima per italiano e la seconda per matematica.

In seguito allo svolgimento delle 4 prove scritte previste dal Ministero vi è il colloquio pluridisciplinare, l’unica parte dell’esame che sia orale.  Lo studente può presentare una tesina d’approfondimento relativa ad un tema discusso durante l’anno scolastico, ma dovrà dimostrare di sapersi destreggiare in tutte le materie – esclusa la religione cattolica – e in tutti gli argomenti presentati a lezione. La durata è variabile, ma oscilla sempre tra il quarto d’ora e i 30 minuti.

Il voto complessivo degli esami si calcola attraverso la media aritmetica di tutte le prove scritte (compresa l’Invalsi), del colloquio orale e del giudizio d’ammissione.  E’ espresso in decimi ed è necessario, perché l’esame possa dirsi superato, che lo studente abbia ottenuto un voto finale pari o superiore a 6.

Google+
© Riproduzione Riservata