• Google+
  • Commenta
21 giugno 2012

Il gioco per smartphone curato da tre studenti del Politecnico di Milano è il vincitore di Share Care!

Bad Blood Lab, il gioco per smartphone curato da tre studenti del Politecnico di Milano, è il vincitore di Share Care, il concorso promosso da Centro Nazionale Sangue e Pubblicità Progresso dedicato ai giovani web 2.0 di età compresa tra i 18 e i 28 anni – autentici creativi – pronti a comunicare in modo “non convenzionale” il tema della donazione.

Davide Jones, Emanuele Parini e Federico Sannicolò, i tre studenti dell’Ateneo milanese, si sono classificati primi con la seguente Motivazione:

 “La giuria ha ritenuto l’idea inedita e molto originale e ha voluto premiare il lavoro di progettazione del videogioco che costituisce una interessante sfida comunicativa di cui il settore trasfusionale ha bisogno”

Il team del Politecnico di Milano si è meritato anche la Menzione Speciale Pubblicità Progresso:

“Per aver saputo declinare il tema della donazione di sangue attraverso la linea didattica attiva e vivace dell’edugame”

Il 14 giugno scorso in tutto il pianeta si è tenuta la Giornata mondiale del Donatore di sangue con il motto lanciato dall’OMS: “Every blood donor is a hero”. Un appuntamento importante per aumentare la consapevolezza della necessità di sangue a disposizione del sistema sanitario nazionale. Una trasfusione di sangue può salvare la vita, ma ancora oggi non si ha piena consapevolezza di questo gesto così semplice e così importante, “convenzionalmente” vitale per rendere sostenibili le cure della comunità.

Il Centro Nazionale Sangue e Pubblicità Progresso hanno promosso il concorso Share Care per realizzare un video che proponesse  in modo “non convenzionale” il messaggio Condividere la cura (per se stessi come per gli altri).  Non più di 5 minuti di durata spaziando tra corti, comics, tube-games, rap, brano musicale, azioni di guerriglia marketing o ambient marketing.

Trailer Bad Blood Lab: http://www.youtube.com/watch?v=h-xO7e1Qtv8&list=PL87AAFFF046805D42&index=1&feature=plpp_video

 

Google+
© Riproduzione Riservata