• Google+
  • Commenta
6 giugno 2012

Istituite borse di studio per talenti africani

E’ un modo come qualcun altro da poter investire nelle nuove generazioni: un progetto istituito dall’Università di Bologna e dalla Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli di Romano Prodi.

Un’opportunità destinata a 10 giovani africani, laureati e con un’ottima conoscenza della lingua inglese, dopo un’esperienza maturata per due anni in campo lavorativo e qualificato.

La Borsa di studio servirebbe alla copertura integrale per la frequenza del master “Business Administration  di Alma Graduate School” ed il bando ha scadenza il 2 luglio 2012.

L’anno Accademico di riferimento è il 2012-2013 e si tratta della seconda edizione dell’Africa Scholarship Program che permetterà a 10 giovani talenti, provenienti dal continente africano, di poter frequentare il master prima indicato, acquisendo in questo modo, una formazione tale per cui da poter contribuire allo sviluppo socio-economico del proprio paese di origine.

Il valore delle dieci Borse di studio è di circa di 37 mila euro per ciascuna necessarie alla totale copertura, come già detto, oltre che della quota di iscrizione, anche delle spese relative al viaggio e al soggiorno a Bologna.

I requisiti:

-essere cittadini africani;

-essere laureati;

-avere un’ottima conoscenza della lingua inglese;

-avere maturato due anni di esperienza lavorativa qualificata,

-dichiarare di avere compreso l’importanza di dover ritornare in patria in modo da poter contribuire allo sviluppo socio-economico dello stesso Paese e di tutta l’Africa.

In  più è previsto un finanziamente del programma attraverso un’operazione di fundraising sta avendo grande successo tra studenti, imprese e docenti.

Il modulo per la presentazione della domande e le informazioni relative al progetto sono reperibili si Alma Graduate School, all’indirizzo internationalmba@almaweb.unibo.it.

Per Romano Prodi, Presidente della Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli è “il più bell’investimento sul futuro e sulle nuove generazioni, quello di rivolgersi all’Africa, continente  che per la prima volta sta vedendo un periodo di sviluppo”.

“L’investimento su giovani talenti e il premio a chi merita nel nostro paese a livello internazionale, resta un atto dovuto, in quanto il continente africano risulta essere sempre più strategico per noi, permettendoci anche di instaurare un dialogo ed una collaborazione con una realtà socio-culturale in continua trasformazione, contribuendo in un certo modo, a formare una classe dirigente africana, creando così anche legami professionali sia tra persone che tra network.” – E’ per Ivano Dionigi, rettore dell’Università di Bologna.

L’MBA di Alma Graduate School dell’Università di Bologna, master di I livello full time, è totalmente sviluppato in lingua inglese e dura un anno. E’ strutturato da una prima parte teorica, comune alle sei aree, dove poi si articola la seconda parte costituita da:

–         Brazil-Europe Business Relations;

–         China/Far East and Europe Business Relations;

–         Design, Fashion and Luxury Goods;

–         Food and Wine;

–         Green Energy and Sustainable Businesses;

–         Retail in the Banking and Financial Industry.

 

Insieme alle lezioni teoriche, anche stage in Italia e all’estero, tramite internship o progetti operativi di ricerca.

Google+
© Riproduzione Riservata