• Google+
  • Commenta
9 giugno 2012

Le università sudamericane contro i criteri del ranking internazionale

La scorsa settimana, a Città del Messico, i rettori e i presidi delle università del Sud America si sono riuniti per la prima volta in un meeting regionale per valutare l’importanza ed i limiti dei criteri del ranking internazionale: sotto accusa sono finiti i metodi di valutazione delle università, ritenuti poco rappresentativi delle diverse realtà culturali e sociali.

L’incontro di due giorni ha visto la partecipazione di 65 personalità accademiche provenienti da 14 Paesi sudamericani: l’evento, ospitato dall’Università autonoma del Messico (UNAM), ha sottolineato la necessità di una revisione del sistema internazionale di valutazione delle università, i cui risultati avrebbero danneggiato pesantemente la comunità accademica sudamericana.

I dati elaborati da vari centri di ricerca, infatti, hanno rilevato numerose problematiche e mancanze che hanno condannato le università del Sud America agli ultimi posti delle più importanti classifiche internazionali: secondo i dati dell’Università Jiao Tong di Shangai, tra le cinquecento migliori università al mondo, solo undici si trovano in Sud America; leggendo il ranking realizzato dal Times, invece, solo tre università sudamericane si piazzano tra le prime quattrocento in tutto il mondo.

Quasi tutti i sistemi di valutazione internazionale non considerano la nostra realtà – ha affermato José Narro, rettore dell’UNAMma utilizzano modelli di valutazione adatti alle università anglo-sassoni e sistemi di raccolta dati che registrano solo articoli, in inglese, di ingegneria e materie scientifiche”.

Al contrario, come si legge nella dichiarazione finale dell’incontro, le università sudamericane si caratterizzerebbero per un forte interesse nelle scienze sociali ed umanistiche, con numerose pubblicazioni in Spagnolo e Portoghese. L’appello lanciato dalla comunità accademica del Sud America, dunque, è quello di valutare con attenzione le diverse realtà universitarie, tenendo conto delle specifiche di ogni Paese.

Google+
© Riproduzione Riservata