• Google+
  • Commenta
5 giugno 2012

Nasce l’università della pace arabo-israeliana

Un conflitto infinito sorto circa un secolo fa per questioni territoriali, ancora oggi incide sui rapporti tra i due popoli:arabi e israeliani sembrano essersi dichiararsi acerrimi nemici a vita ma probabilmente da qui a poco le cose cambieranno radicalmente.

Chi potrebbe avere il potere di porre fine a quest’ odio profondo e ormai infondato? Nessuno più di Internet! Ebbene si, i social network saranno  la  nuova strada  per la pace, come sostiene da tempo Shimon Peres, il direttore generale dell’Unesco e redentore del  Nobel per la pace nel 1994!

Ma la pace sarà raggiunta tramite una giusta cultura che potrà porre fine all’astio arabo-israeliano: nascerà per questo L’Università della Pace , virtuale, per i giovani del Medio Oriente! Il movimento pacifista israelo-pelestinese YaLa Young Leaders ha annunciato che il prossimo settembre entrerà in funzione un ateneo online per formare giovani mediorientali intenzionati a costruire un futuro di pace e quieto vivere.

Tantissimi coloro che  hanno inviato messaggi di auguri e congratulazioni in sostegno del  movimento e secondo gli organizzatori, sono intervenuti on-line circa 30.000 mediorientali, tra i quali anche Abu Mazen, il presidente israeliano, Shimon Peres, il direttore generale dell’Unesco, Irina Bokova, e la superstar hollywoodiana Sharon Stone!

Ora il ruolo della YaLa Young Leaders sarà quello di non deludere le aspettative! Non c’è più dubbio : il modo migliore per abbattere pregiudizi e ostilità è quello di lasciar negoziare la pace direttamente tra i popoli, parlandosi l’un l’altro e sfruttare le proprietà che la rete ci offre per comunicare è fondamentale affinchè questo avvenga.

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata