• Google+
  • Commenta
19 giugno 2012

Tatuaggi d’amore: la nuova promessa

Ogni storia d’amore che si rispetti inizia allo stesso modo. È il sogno di ogni ragazza e di ogni donna. Un sogno rinforzato e reso reale da film strappalacrime in cui immancabilmente si cerca di immedesimarsi. Chi, almeno una volta, non si è immaginato quel momento? Romantico, perfetto in ogni particolare, studiato nei minimi dettagli e con un grandioso lieto fine.

Ogni storia d’amore che si rispetti inizia allo stesso modo. Lui, impeccabile nel suo vestito buono, agitato quanto basta ma che non trasmette altro che sicurezza, protezione e desiderio. Lei, bella e raggiante, elegante nel vestito lungo da sera, quello che mai avrebbe pensato di avere il coraggio di indossare. Lui la guarda negli occhi, si inginocchia e estrae dal taschino interno della giacca una piccola scatolina. Ma non è quella scatolina il vero sogno di una donna. Credo, vinta dal romanticismo, che nemmeno l’anello che ci è custodito sia il vero sogno. Non sono i diamanti, i brillanti, le pietre luccicanti.

Credo che il vero sogno di ogni donna sia la promessa. La promessa di un amore incondizionato, forte più di ogni cosa. La promessa di una vita insieme, di un futuro condiviso. Tutto questo è rinchiuso in un anello che, se la fortuna vuole, resterà legato per sempre all’anulare sinistro, l’unico dito, secondo la credenza, in cui passa una piccola arteria collegata direttamente al cuore.

I tempi passano, cambiano e troppo spesso la necessità prende il posto del romanticismo, così come il dovere deve tenere testa al desiderio. Insieme al tempo cambiano le mode, le credenze, quelle piccole abitudini dell’era romantica.

Oggi per molti l’anello non significa più promessa. Tanti lo vedono come uno spreco. Altri credono cinicamente che l’amore non abbia bisogno di simboli. A ciò si aggiunga che la nuova idea del “per sempre” sia rappresentata da qualcosa di concretamente indelebile, ed ecco svanire la magia che avvolge gli amanti dalla notte dei tempi.

Sono sempre più le coppie che scelgono di sostituire l’anello con un piccolo tatuaggio; un cerchietto, un disegno, l’iniziale del nome del partner o la data del giorno del matrimonio o i cuori, un must quando si parla di amore. Un’idea originale e tendenzialmente personale: ognuno sceglie il tatuaggio che più rappresenta la propria visione dell’unione. Una sorta di pegno a favore del compagno nel caso di disegni che si completano intrecciando le dita.

Futuri innamorati, sbizzarritevi. È un modo economico e alla moda per rendere indelebile il vostro amore. Per gli inguaribili romantici, invece, il consiglio è quello di restare fedeli all’anello. Sfatiamo la credenza che le donne pretendono sempre il massimo: un piccolo e semplice cerchietto donato con il cuore vale più di mille diamanti.

 

Google+
© Riproduzione Riservata