• Google+
  • Commenta
22 giugno 2012

Veneto, i primi disagi della Maturità 2012

Tante le novità per gli esami di maturità 2012, che hanno portato alcuni vantaggi, ma anche molti problemi.Le tracce digitali, che hanno debuttato con la prima prova degli esami di maturità 2012, hanno avuto molti aspetti positivi: l’immediata disponibilità online delle prove, un risparmio complessivo di 250 mila euro tra migliaia di documenti, prove che non sono state stampate, e incaricati del ministero che fino all’anno scorso distribuivano le tracce e i registri di esame. Grande risultato soprattutto se inserito nella crisi economica che sta attraversando l’Italia, dove ogni minimo risparmio può essere vitale. Il ministro Profumo promuove la novità telematica a pieni voti e la comunità scolastica lo attesta su un dignitoso 70/100. Sicuramente sono molte le modifiche in vista della prossima maturità, a causa di alcuni problemi riscontrati in qualche commissione.

Una delle regioni più colpite da questa nuova procedura statale è sicuramente il Veneto. I problemi più grandi sono stati a Cittadella, in provincia di Padova, dove il liceo classico Tito Lucrezio Caro e l’istituto artistico Fanoli hanno avuto un black out elettrico, che ha fatto scattare il blocco sicurezza per l’accesso alle tracce telematiche della maturità. La situazione è migliorata grazie all’intervento del Provveditorato di Padova e dei Carabinieri, che hanno recuperato le tracce su cd dall’istituto tecnico-professionale Meucci di Cittadella. La prima prova è quindi iniziata alle 10.00. Invece in quasi tutti gli istituti di Venezia e provincia le prove sono iniziate dopo le 9.00 a causa della procedura di sicurezza d’esame che prevedeva l’immissione di più password.

Google+
© Riproduzione Riservata