• Google+
  • Commenta
13 luglio 2012

Biourbanistica ed eco-sostenibilità per gli edifici del futuro

La sostenibilità sbarca anche nel campo dell’edilizia ed è grazie all’accordo firmato l’11 luglio tra la Facoltà di Ingegneria dell’ Università di Roma “La Sapienza” e la Regione Lazio che prenderanno il via una serie di progetti con lo scopo di portare avanti  temi concernenti il controllo sull’ambiente e sulla compatibilità delle strutture con lo spazio occupato. La Sapienza mira perciò alla creazione di un master in bioedilizia.

Il convegno ha permesso la presentazione del Protocollo Itaca Lazio, strumento indispensabile per  le imprese e i professionisti che lavorano nel settore edilizio; una sorta di vademecum tecnico-amministrativo che indirizza i lavori di realizzazione degli edifici seguendo i principi ecologici di sostenibilità.

Dal 23 marzo la Giunta regionale ha approvato il “Sistema per la certificazione di sostenibilità energetico-ambientale degli interventi di bioedilizia e per l’accreditamento dei soggetti abilitati al rilascio del certificato di sostenibilità energetico-ambientale” che ha permesso ora l’applicazione di questo importante Protocollo.

L’assessore regionale alle Politiche per la casa, Teodoro Buontempo, ha ribadito quanto sia importante che il settore dell’edilizia cresca e sia rivisitato tutto il sistema tradizionale apportando innovazione facendo in modo che la bioedilizia possa garantire una qualità ed un tenore di vita migliore per gli abitanti.

Istituzioni, enti locali, imprese ed Università devono unire le forze per credere in questi ambiziosi progetti che sconvolgono gli scenari perché escono fuori dagli schemi ma aprono nuovi orizzonti, nuove possibilità di interazione con l’ambiente che ci circonda e ci permette di abitare questo mondo. Rappresentano sfide alla modernità, non solo in termini legislativi, ma anche attraverso iniziative di Alta Formazione.

Tecnici abilitati verranno nominati per il rilascio di certificazioni di sostenibilità energetico-ambientale degli interventi di bioedilizia; i certificati di questo genere, accompagnati dagli attestati di certificazione energetica, saranno facoltativi per la costruzione o ristrutturazione degli edifici privati e obbligatori per gli interventi su immobili di proprietà della Regione.

Il Master di II livello in Bioedilizia e risparmio energetico, prevede il conseguimento di 60 crediti formativi; l’obiettivo è garantire un’alta qualifica ai progettisti e tecnici dell’edilizia per affrontare i nuovi temi della pianificazione e della progettazione sostenibile.

Per la Regione Lazio l’eco-compatibilità degli agglomerati urbani e la progettazione sostenibile sembra essere la chiave di volta per una riqualificazione del sistema edilizio, per credere ancora nel valore del “caro mattone” e nell’utilizzo di materiali naturali come il legno, sognando una casa ecologica.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy