• Google+
  • Commenta
6 luglio 2012

Camerun: arrestati studenti, protesta contro la corruzione degli atenei

Camerun
Camerun

Camerun

Continuano i disordini in Camerun. Il 29 giugno scorso, nel corso di una manifestazione contro la corruzione imperante nelle università, quattro studenti della Università di Yaoundé II-Soa sono stati arrestati lo stesso giorno e processati ieri.

Gli studenti sono stati accusati di aver organizzato la manifestazione illegalmente, perché non è stata dichiarata alle apposite autorità, di incitamento alla violenza e di resistenza a pubblico ufficiale al momento dei loro arresti Venerdì scorso.

I quattro studenti arrestati sono Nzouabet Hervé, presidente dell’Associazione per i diritti degli studenti del Camerun (Addec), Denis Atangana, portavoce di un movimento chiamato “Salva l’Università di Yaounde II”, Njouonkou Soulemanou, addetta agli alloggi universitari e Barthelemy Tchaleu Demanga, che si occupa di pubbliche relazioni per il movimento. I quattro si sono limitati a dichiararsi ” non colpevoli “, rifiutandosi di fare ulteriori affermazioni durante il processo.

Arrestati da una cellula speciale del commissariato di Soa, sono stati detenuti per 72 ore in condizioni disumane, secondo quanto denunciato dal loro avvocato e testimoniato da un membro della loro associazione, in una cella priva di luce e materassi, emanante un fetore nauseante, in quanto costretti a defecare ed urinare in bottiglie di acqua minerale. I quattro sono stati poi messi a disposizione della Stazione Centrale della Polizia di Yaoundé I che li ha poi condotti a Mfou davanti al Procuratore della Repubblica per il processo.

Nel corso del dibattimento gli avvocati che hanno assistito i quattro studenti hanno fatto leva sul fatto che non esistano prove del reato, dal momento che gli imputati sono stati arrestati ben prima che la manifestazione avesse luogo e che il Rettore ne era informato. Il Procuratore invece ha sottolineato come la manifestazione non  fosse stata dichiarata, in quanto priva delle apposite autorizzazioni.

Stando ad alcuni media locali, l’arresto non sarebbe dovuto alla manifestazione, ma alle accuse rivolte dall’Addec di connivenza tra il Capo della Polizia di Soa e l’anziano Rettore dell’università, licenziato Lunedì scorso con un decreto del Capo dello Stato. Ad avvalorare questa ipotesi c’è la dichiarazione di un ispettore della polizia che ha descritto gli imputati come “ribelli, bambini malintenzionati che vogliono trasformare il Camerun in Libia”.

La sentenza del processo è attesa per il 17 Luglio prossimo.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy