• Google+
  • Commenta
4 luglio 2012

Fiera dell’amore: nuova moda in Cina

L’amore. Provate a chiedere a qualcuno di spiegare cos’è l’amore. Nessuno vi darà mai la stessa definizione. Chiedetelo a un uomo e poi chiedetelo a una donna. Chiedetelo a un single e poi a qualcuno di sposato. Chiedetelo a un bambino e poi a un adulto. Chiedetelo a voi stessi, cos’è l’amore.

Per alcuni l’amore, è passione, dedizione, condivisione. Per altri l’amore è un viaggio, è crescita. Qualsiasi cosa sia l’amore, è nell’aria. L’amore è in un sorriso, in uno sguardo incrociato, in un bacio rubato. L’amore è ovunque, colpisce quando meno lo si aspetta e invade il cuore. Che lo si voglia ammettere o no, l’amore è il motore silenzioso di ogni giorno, di ogni tempo. L’amore il «grande amore», in fondo è qualcosa che dobbiamo scoprire, non possiamo sapere a priori, con certezza, come e quando lo troveremo.

Anche in tempo di crisi, l’amore tiene il passo, trova la sua strada, i suoi spazi. Vince su una vita frenetica, sui mille impegni, sul poco tempo, sulla stanchezza e anche sul rifiuto. L’amore c’è. Sempre. A volte basta solo una piccola spinta.

È quello che è accaduto lo scorso novembre in Cina, a Shanghai precisamente, dove è stata organizzata la prima “Fiera dell’amore”, una expo fuori dagli schemi dedicata ai cuori solitari in cerca dell’altra metà della mela. Un evento romantico, un punto di rosa nel caos dell’abitudine e del quotidiano.

Una vera e propria esposizione di donne e uomini solitari in cerca dell’anima gemella, suddivisi in categoria e con tanto di cartellino di identificazione in cui sono riportati dati personali, numero di cellulare e sito internet in cui è possibile vedere delle fotografie. Una sorta di mercificazione del corpo ma con uno scopo social che zittisce ogni critica dal sapore cinico.

I soggetti da esposizione sono organizzati e divisi in vari padiglioni a seconda delle caratteristiche personali, dell’età, degli hobby e, ovviamente, in base al periodo di “inattività”. Il costo dell’ingresso ad ogni area è quindi proporzionale all’appetibilità dei candidati. Esistono in alternativa dei piccoli spazi gratuiti in cui sono riuniti i single meno desiderabili.

A sorpresa delle autorità competenti, l’affluenza è stata stimata intorno alle 500mila persone, superando di gran lunga le aspettative. Stando a quanto riportato in un articolo online, questa fiera è la risposta di una nazione sta patendo una grave crisi di matrimoni e nascite a cui non è abituata: negli ultimi dieci anni i matrimoni sono diminuiti del 37%, le famiglie mononucleari sono cresciute del 48% ed il tasso di invecchiamento del 14%.

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy