• Google+
  • Commenta
25 luglio 2012

Preparativi per l’ottava edizione “MEETmeTONIGHT- Faccia a faccia con la ricerca”

L’ottava edizione del “MEETmeTONIGHT- Faccia a faccia con la ricerca” vede per la sua promozione la collaborazione del Politecnico di Milano, dell’Università degli studi e dall’ateneo della Bicocca. L’evento è promosso dalla Commissione Europea (l’evento è all’interno del Settimo Programma Quadro di Ricerca e Sviluppo Tecnologico e la Commissione finanzierà ben 52 progetti) per mettere in rilievo la figura del ricercatore mostrando soprattutto l’umanità della ricerca con il proposito di metter in evidenza l’impatto di questa professione sulla vita di tutti i giorni.

L’iniziativa si svolgerà nella notte del 28 settembre prossimo, in contemporanea nelle città universitarie della Lombardia: Milano, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova e Pavia e in altri gruppi regionali, dal Piemonte alla Sicilia, Genova e  Bolzano così come Venezia, che proporrà un tour per la città per cercare di catturare l’attenzione del pubblico sulla necessità di ripensare in chiave “ecologica” nonostante l’ambiente sia fortemente urbanizzato, mentre in Piemonte è aperto il contest, riservato agli studenti under 25 “Designers of Tomorrow”, chiamati a interpretare graficamente la figura della ricerca. La Notte dei Ricercatori 2012 in Piemonte sarà all’insegna dell’acronimo SHARE – Society Heading for Awareness in Research Engagement.

Dall 2005 la “Notte dei Ricercatori” è cresciuta di anno in anno, coinvolgendo in tutto il mondo  nell’ultima edizione del 2011, 320 città in 32 paesi, coinvolgendo migliaia di persone in Italia in 9 progetti di 44 città italiane.

“Gente ordinaria con un lavoro straordinario” è il messaggio che vuole lanciare l’iniziativa, per mostrare che dietro una professione affascinante come quella del ricercatore vi siano persone umane, che coltivano le passioni di tutti: musicisti, sportivi, artisti e attori che, per una notte, vogliono condividere il loro talento professionale e privato con tutti. Partendo da questo concetto, ogni anno, il quarto venerdì di settembre vengono organizzati in tutta europa degli eventi nelle principali città dove i ricercatori si mostrano ai cittadini e spiegano il loro lavoro, ai più grandi e ai più piccoli. Non può passare inosservato anche il fatto che la vita non è più locale ma comunitaria, soprattutto in ambito culturale e scientifico.

“La notte dei ricercatori” si costituirà di iniziative gratuite: giochi, lezioni, dimostrazioni scientifiche e non, seminari, dibattiti, laboratori interattivi, incontri sportivi, concorsi musicali e sfilate di moda. Saranno circa 150 eventi che si terranno il prossimo 28 settembre nelle città lombarde dove i ricercatori dei principali atenei e centri di ricerca incontreranno, e in alcuni casi sfideranno, i cittadini coinvolgendoli di volta in volta in eventi sportivi, artistici, culturali o in dimostrazioni pratiche.

Milano ospiterà la parte principale delle manifestazioni trasformando la città in una sorta di percorso ludico-educativo sul mondo della ricerca. Nella città è previsto anche il coinvolgimento dei musei : ad esempio il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia offrirà l’ingresso gratuito per tutta la serata, con attività per adulti e bambini nei laboratori interattivi e momenti di dialogo con i protagonisti del mondo della ricerca.

Ci sarà spazio durante la notte anche per rockers, jazzisti, cantautori e boy band con il “MEETmeTONIGHT Music Festival” che si concluderà con un concerto a Milano il 28 settembre, condotto da Francesco Facchinetti e in cui dieci finalisti, band oppure singoli artisti, si esibiranno di fronte a una giuria. In palio la possibilità di registrare un singolo in studio assistito dal vocal coach di Amici Eric Buffat.

Per informazioni aggiornate e dettagliate consultate il sito dedicato all’evento!

Fonte immagine: http://www.meetmetonight.it/

Google+
© Riproduzione Riservata