• Google+
  • Commenta
20 agosto 2012

Classifica Censis per le migliori Università: ecco quali sono e dove

Classifica Censis per le migliori Università
Classifica Censis per le migliori Università

Classifica Censis per le migliori Università

Ecco la classifica Censis per le migliori Università.

Ancora una volta il migliore tra i politecnici italiani per la classifica Censis, risulta essere quello di Torino, raggiungendo un punteggio medio di 97,8, conseguito per l’internazionalizzazione (110 punti), le borse di studio erogate (110), la navigabilità e qualità dei contenuti web (101), le strutture (95), mentre il problema rimane per i servizi, che raggiungono “solo” quota 78 punti.

I quattro politecnici che occupano nella classifica, secondo, terzo e quarto posto sono invece il Politecnico di Milano (93,6),  IUAV di Venezia (82,3) e il Politecnico di Bari (81,1).

Invece tra i piccoli atenei, ovvero quelli che conteggiano fino a 10mila studenti iscritti, chi si è guadagnato il primo posto, è l’ Università di Camerino. Il punteggio finale di 95,6 punti è stato determinato grazie all’ ottima votazione per i contenuti web (110), alle strutture (97) e alle borse di studio (96). Livelli più bassi sono stati raggiunti, invece, nel campo dei servizi (93) e dell’internazionalizzazione (81). I posti successivi; secondo, terzo, quarto e quinto, sono uguali a quelli dell’anno precedente, infatti rispettivamente nella classifica vi sono: l’ Università di Teramol’Università della Basilicata, l’ Università del Piemonte Orientale e l’Università della Tuscia.

Come nella vita che vi sono i migliori e i peggiori anche nelle classifiche purtroppo, vi sono i primi, ma anche gli ultimi, usando dei sinonimi; infatti gli ultimi posti sono occupati dall’ Università del Molise, l’Orientale di Napoli e l’Università Mediterranea di Reggio Calabria.

Con l’augurio che nelle classifiche del Censis  vi siano solo primi posti o parità, si spera che ogni ateneo sia sempre spinto nel desiderare di migliorare servizi e qualità da poter offrire ad ogni studente che, di questi tempi diventa quasi un eroe volendosi iscrivere all’università a fronte di tutte quelle spese ordinarie ed extra da dover sostenere.

Poi, chi riesce a laurearsi nei tempi previsti ai tempi di oggi, diventa un esempio e un modello da seguire. Molte volte però questo traguardo dovrebbe essere facilmente perseguibile da tanti ragazzi che, purtroppo per tanti motivi e anche a causa dell’università stessa che non va incontro alle esigenze degli studenti, tende a farlo diventare un vero e proprio sogno.

Google+
© Riproduzione Riservata