• Google+
  • Commenta
18 agosto 2012

Fuori corso non temere: Moccia ti salverà!

Uno dei registi più criticati del nostro paese, Federico Moccia, che tra i principali meriti forse detiene esclusivamente quello di aver fatto sognare ad occhi aperti le teenagers di tutta Italia, oggi cambia rotta. Prima di avventurarsi nella descrizione di rapporti adulti e complicati ambienterà la sua nuova storia d’amore nel mondo universitario.

‘Universitari… Amori fuori corso!’. Questo il titolo della pellicola, che suscita curiosità ma che probabilmente deluderà ancora le aspettative di un pubblico scettico e che trova per la maggiore,banali, diseducative e surreali le storielle liceali di un Moccia che però stavolta spiega che :  Con questo film vado all’università, tra fuori corso e fuori sede. Mi piace l’idea di raccontare quest’ultima possibilità di vita scolastica che è l’universita’, prima di perdersi nella vita adulta, nel lavoro, quando c’è un individualismo difficile e precario.

Per lo scrittore e neo sindaco di Rosello, comune natale della moglie in provincia di Chieti, essere studenti fuori corso può avere dei vantaggi a livello interpersonale. Coloro che impiegano più tempo a finire l’università,hanno la possibilità di incrociare persone anche di età molto diverse, di potersi confrontare con più generazioni, di arricchire il proprio bagaglio caratteriale e di conoscenze. Sulla base della propria esperienza personale Moccia ha aggiunto : Ricordo che quando ho fatto legge a Roma c’erano quasi più pugliesi che romani e frequentavo moltissimo i colleghi fuori sede, anche perché loro avevano qualcosa che noi, romani a Roma, non avevamo, una casa a disposizione!

La prima cinematografica pare sia prevista per il gennaio del 2013 e per il primo ciak universitario di Federico Moccia sono già previsti milioni di incassi, date le premesse !

Nel film raccontiamo molte fette della nostra Italia – spiega Moccia . E questo non lascia che presagire che si tratterà di una torta alquanto… amara!

fonte foto: http://mag.sky.it

Google+
© Riproduzione Riservata