• Google+
  • Commenta
29 agosto 2012

Il Fisico di fine estate

Una settimana di ritiro sulle colline marchigiane in vista delle Olimpiadi internazionali di Fisica.

Per il quindicesimo anno consecutivo, la scuola estiva OLIFIS ER-Marche apre i battenti: una full immersion che durerà dall’inizio di questa settimana fino a sabato 1° settembre, rivolta agli studenti che hanno frequentato il terzo e quarto anno delle scuole secondarie di secondo grado dell’Emilia-Romagna e delle Marche.

Quest’anno sono 32 i ragazzi selezionati (qui tutti i nomi), che a Fossombrone (Pesaro-Urbino) parteciperanno a «attività serie ed amene nel campo della fisica e dintorni, con lo scopo di offrire ai giovani interessati a questa disciplina di studio un incontro con i docenti meno formale di quello scolastico e momenti di attività e riflessione comune, con conferenze, attività di problem solving, esperimenti, osservazioni e giochi». L’obiettivo è non solo preparare i ragazzi al meglio per le prossime Olimpiadi Internazionali di Fisica, ma anche favorire la promozione e la diffusione sul territorio di quelle che Anna Maria Barrone chiama le «humanae scientiae». Sin dalla sua nascita, infatti, la scuola ha potuto contare sull’appoggio e sul contributo del Progetto Lauree Scientifiche dell’Alma Mater di Bologna, a cui collaborano anche il Dipartimento di Fisica dell’Università di Modena e Reggio Emilia e quello dell’Università di Parma. Uno dei primi obiettivi del PLS  è infatti la promozione e la rivalutazione «della Cultura Scientifica per incoraggiare i giovani ad intraprendere lo studio delle discipline scientifiche, oltre a [promuovere] attività di orientamento che offrano l’opportunità di vivere un’esperienza diretta di cosa vuol dire “fare scienza”».

E non si fa scienza solamente stando chini sui problemi di allenamento: quest’anno, per esempio, la scuola prevede anche una visita al Gabinetto di Fisica di Urbino e la partecipazione a due spettacoli: Dall’ambra all’elettrone quello che si è tenuto ieri sera presso il Museo del Balì di Saltara, e Fisica Sognante, una combinazione di giocoleria e fisica, si terrà nella serata di venerdì 31 agosto presso la Chiesa di San Filippo di Fossombrone.  (qui invece per qualche fotografia e ricordo dell’edizione dell’estate scorsa)

Per non perdere di vista l’obiettivo finale di questi ragazzi, ricordo che proprio qualche settimana fa si sono tenute le XLIII Olimpiadi Internazionali della Fisica, quest’anno ospitate a  Tallinn, Estonia: nei giorni compresi tra il 15 ed il 24 luglio quasi 400 ragazzi provenienti da 81 Paesi diversi si sono confrontati e sfidati a colpi di quesiti e problemi.  Tutta la squadra italiana, composta da 5 ragazzi, ha portato a casa dei riconoscimenti: Roberto Albesiano (Albenga), Federica Surface (Reggio Calabria) e Michele Fava (Piacenza) hanno vinto una medaglia di bronzo, mentre una menzione d’onore è spettata a  Federico Re (Milano)  e a Martin Vlashi (Senigallia).

(fonte fotografia: radbot.net)

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy