• Google+
  • Commenta
8 agosto 2012

La 69° Mostra di Venezia e i suoi film

La città lagunare si prepara alla 69esima Mostra di Venezia, la quale vedrà pellicole appena aggiunte alla lista come Convitto Falcone di Pasquale Scimeca (evento speciale) e l’horror fuori concorso Du hast es versprochen (Forgotten) della tedesca Alex Schmidt.

Cinema

Mostra di Venezia

Sale l’attesa per la pellicola ispirata da Scientology, l’organizzazione pseudo religiosa che ha proseliti in diverse parti del mondo e condannata per truffa in Francia. Si tratta di The Master, film diretto e prodotto da Paul Thomas Anderson dopo l’ultimo There Will Be Blood del 2007.

La settima arte sbarca in gondola come ogni anno arricchendo, dal 29 agosto all’8 settembre, la Serenissima con i suoi film. The master (2012) racconta la storia di un maestro carismatico che, assumendo il carattere oratorio da intellettualoide americano, guida un’associazione nell’America degli anni 50, il tutto traendo ispirazione dall’associazione Scientology. Il leader e pastore della pellicola drammatica è l’attore Philip Seymour Hoffman (1967), accanto a Joaquin Phoenix (1974), ragazzo colpito dall’arte oratoria del santone statunitense che si è unito alla sua causa e alla figlia interpretata da Amy Adams (1974). La proiezione avverrà in 70 mm nella Sala Grande del Palazzo del Cinema, il primo settembre alle ore 19.

La 69° edizione della Mostra organizzata dalla Biennale di Venezia sarà presentata dal critico cinematografico Alberto Barbera, che succede a Marco Muller. Un calendario ricco di eventi aperto dalla proiezione all’Arena di Campo San Polo della pellicola Roma ore 11 di Giuseppe De Santis, proiettato per la prima volta il 1952.

Torna Ermanno Olmi col progetto del laboratorio “Ipotesi Cinema formazione” di Bologna Come voglio che sia il mio futuro?, presentato fuori concorso. Il docufilm è stato girato in giro per l’Italia e vede alla regia Maurizio Zaccaro.

Quattro cortometraggi il 30, 1 e 2 rispettivamente di Massy Tadjedin, Lucrecia Martel, Giada Colagrande e Zoe Cassavetes.

Il caso Mattei (1972) omaggerà il 31 agosto Francesco Rosi a cui andrà il premio alla carriera, mentre giorno 2 settembre Premio Bianchi a Gianni D’Amelio.

Convitto Falcone – “Il film è dedicato a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino per i vent’anni dalla loro morte, ma anche pensando ai trent’anni di Pio La Torre, di Carlo Alberto Dalla Chiesa e tanti, tanti altri. La storia è ambientata ai nostri giorni, è un racconto che vede protagonisti dei ragazzi che si trovano a confrontarsi con il senso della giustizia, anche attraverso gesti piccoli e quotidiani“. Sono le parole del regista che racconta questo film ambientato nei giorni nostri, legato al senso civico, della giustizia e della legalità, non solo un omaggio a Borsellino e Falcone a 20 anni dal loro omicidio, ma un film propedeutico alla vita, con protagonisti alcuni ragazzi e attori di professione come Enrico Lo Verso, Donatella Finocchiaro e Marcello Mazzarella. Musiche affidate a Franco Battiato. E’ stato girato nel Convitto di piazza Sett’Angeli, dove Falcone ha frequentato le scuole elementari. Sceneggiatura di Pasquale Scimeca e Francesco La Licata, giornalista e scrittore.

The Master

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy