• Google+
  • Commenta
13 settembre 2012

Geografia della sanità, atlante delle malattie cardiovascolari in Toscana

La sua definizione è uno degli obiettivi della collaborazione con la Regione Toscana e lo statunitense Dartmouth Institute, i primi risultati saranno presentati nel workshop di venerdì 14 settembre alla Scuola Superiore Sant’Anna

Geografia della sanità, comincia a prendere forma l’atlante delle malattie cardiovascolari in Toscana 

La messa a punto di un atlante delle malattie cardiovascolari in Toscana è uno degli obiettivi della collaborazione tra Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa – è coinvolto in particolare il Laboratorio MeS (Management e Sanità) – Regione Toscana e Dartmouth Institute di Hanover (Usa) e anche alla presentazione dei primi risultati di questa “geografia” sarà dedicato il workshopLa variabilità geografica in sanità: il caso delle malattie cardiovascolari”, in programma alla Scuola Superiore Sant’Anna venerdì 14 settembre, con inizio ore 9.00 in aula magna.

Tra i relatori della giornata di studio David Goodman, Direttore del Dipartimento di “Health Policy Research” al Dartmouth Institute, leader internazionale nella misurazione della cosiddetta “variabilità geografica” in sanità, che dedica particolare attenzione all’analisi delle differenze geografiche negli Stati Uniti per le pratiche mediche, per l’utilizzo delle risorse e per la qualità dei risultati delle cure. Durante il workshop, i cardiologi toscani – con il supporto dei ricercatori del Laboratorio Mes della Scuola Superiore Sant’Anna – discuteranno delle prime evidenze emerse dalla collaborazione tra Dartmouth Institute, Scuola Superiore Sant’Anna e Regione Toscana, per lo sviluppo dell’atlante delle malattie cardiovascolari. Queste ultime rappresentano la principale causa di mortalità In Italia come negli Usa e sono già state oggetto di studio da parte del Dartmouth Institute nella realtà americana, con la pubblicazione dell’atlante “The Dartmouth Atlas of Cardiovascular Health Care”.

Nel corrispondente progetto toscano sono coinvolti i professionisti delle malattie cardiovascolari in Toscana. Secondo Gianfranco Gensini dell’Università di Firenze, relatore al workshop, “il progetto sarà utile per un confronto tecnico su dati e indicatori e per la successiva discussione delle implicazioni per la revisione dei percorsi assistenziali”. Le conclusioni, che saranno esposte da Edoardo Majno, Direttore Generale dell’Assessorato al Diritto alla Salute della Regione Toscana, indicano “nella scelta della Regione di introdurre l’analisi sistematica della variabilità nelle prestazioni e nelle cure uno strumento per comprendere le varie realtà presenti sul territorio e per individuare nuove azioni con cui migliorare le cure per i pazienti”.

Scuola Superiore Sant’Anna – www.sssup.it ; www.facebook.it/scuolasuperioresantanna

Fonte immagine www.nvl001.nivel.nl

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy