• Google+
  • Commenta
20 settembre 2012

L’ottobre veneziano si tinge di “russo”

Il 6 ottobre, Spazi Espositivi di Ca’ Foscari, al via MOCKBA UNDERGROUND-Pittura astratta a Mosca dal 1960 sull’arte non ufficiale dell’ex URSS
L’OTTOBRE VENEZIANO SI TINGE DI ‘RUSSO’
INCONTRI, MOSTRE, FILM NEL SEGNO DI MOSCA

Maratona cinematografica il 3 e 4 ottobre dedicata a Tarkovskij, il 6 ottobre chiude Francisco Infante/Nonna Goriunova: Artifacts,
il 7 ultimo giorno per Il prof. Rodčenko. Fotografie dallo VCHUTEMAS

 

VENEZIA –Si tinge di ‘russo’ l’ottobre veneziano dell’arte promosso dall’Università Ca’ Foscari in sinergia con le più importanti istituzioni della città. Proiezioni di film (con la ripresa del ciclo Tarkovskiana nei giorni 3, 4 e 5 ottobre), conferenze, esposizioni fotografiche (Francisco Infante / Nonna Goriunova: Artifactsfino al 6 ottobre e Il prof. Rodčenko. Fotografie dallo VCHUTEMAS fino al 7), e una mostra tutta nuova – MOCKBA UNDERGROUND- Pittura astratta dal 1960 – ospitata dal 6 ottobre al 19 novembre 2012 negli spazi di Ca’ Foscari Esposizioni.

Dalla sede centrale dell’ateneo a quella di San Sebastiano passando per i Magazzini del Sale fino al Cinema Giorgione e all’Auditorium Santa Margherita, l’ottobre ‘russo’ veneziano colora l’intera città offrendo a residenti e visitatori una proposta culturale ricca e di qualità. A rafforzare ulteriormente il legame tra le sedi e le attività la presenza dei Mediatori Culturali: studenti dell’Università Ca’ Foscari quotidianamente a disposizione dei visitatori per favorire nuove dinamiche di fruizione e di rapporto tra pubblico e opere d’arte.

Fino a sabato 6 ottobreè aperta Artifacts, la mostra fotografica che raccoglie gli scatti di Francisco Infante e Nonna Goriunova e il loro approccio all’infinito e all’eterno, filtrato da una natura che è insieme luogo accogliente dei segni dell’uomo e segno in se stessa. Nata da un progetto condiviso tra il Centro di Alti Studi sulla Cultura e le Arti della Russia di Ca’ Foscari e l’Accademia Statale delle Arti e dell’Industria Stroganov di Mosca, l’esposizione è ospitata a San Sebastiano (lunedì-venerdì ore 10-18; sabato ore 10-13 – ingresso libero).

Domenica 7 ottobre chiude ai Magazzini del Sale la mostra Il prof. Rodčenko. Fotografie dallo VCHUTEMAS,con oltre 100 foto dell’artista dell’avanguardia sovietica. La mostra (Magazzino del Sale 3, Zattere, dal 29 agosto al 7 ottobre, dal martedì alla domenica, 11-18) ricrea lo spirito di quella esperienza di insegnamento: allinea le famose foto dell’artista, i suoi ritratti, gli scorci urbani, la vita degli studenti, le parate, la vita delle fabbriche, ma affianca a esse, pur su un diverso supporto multimediale, le immagini che da quella lezione traggono ancora oggi gli allievi dell’Accademia Stroganov di Mosca, erede dello VCHUTEMAS, e quelli dell’Accademia di Belle Arti di Venezia, che hanno collaborato a realizzare il progetto promosso dal Centro di Alti Studi sulla Cultura e le Arti della Russia (CSAR) dell’Università Ca’ Foscari.

 

TARKOVSKIANA (3,4 e 5 ottobre)

Una maratona cinematografica dedicata ai film di Andrej Tarkovskij con la partecipazione straordinaria di due delle ‘sue’attrici, Alla Demidova (Lo specchio) e Natal’ja Bondarčuk (Solaris). Le proiezioni si terranno il 3 ottobredalle ore 15 alle 00.30 (Cinema Giorgione) e il 4 ottobre dalle ore 14.30 alle ore 24.00 all’Auditorium Santa Margherita di Ca’ Foscari.

Venerdì 5 ottobre, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00 l’AuditoriumSanta Margherita ospita infine un convegno internazionale di studi dal titolo “Remembering Andrej Tarkovskij. Un poeta del sogno e dell’immagine”, che prevede la presenza di numerosi studiosi italiani come Luigi Perissinotto e Fabrizio Borin e di professionisti del mondo del cinema come Valerij Sirovskij e studiosi russi quali Natal’ja Nusinova e Valerij Bosenko. È inoltre previsto l’allestimento di una selezione di ritratti fotografici del regista tratti da un’esposizione realizzata da Anastasija Aleksandrova. Concepito come celebrazione per gli ottant’anni dalla nascita del grande regista sovietico Andrej Tarkovskij, l’evento “Ruskino a Ca’ Foscari -Tarkovskiana” costituisce la terza edizione del festival del cinema russo“Ruskino”, dopo la prima edizione “Ruskino – Cinema russo a Ca’ Foscari-Parole sullo schermo”, svoltasi il 18-19 novembre 2011, e la seconda edizione,“Ruskino a Ca’ Foscari”, compiutasi il 14-15 febbraio 2012. È inoltre la prosecuzione della prima fase dell’evento omonimo, “Tarkovskiana”,inaugurato a maggio 2012 presso il Centro Culturale Candiani con una serie di proiezioni delle più importanti opere dell’artista, e di interventi critici sui suoi lavori. L’evento è il risultato di uno sforzo di collaborazione tra numerose istituzioni: il Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali dell’Università Ca’Foscari Venezia, il Centro di Alti Studi sulla Cultura e le Arti della Russia CSAR, la Fondazione per le Iniziative Sociali e Culturali presieduta da Svetlana Medvedeva, la Direzione dei Programmi Internazionali, il Ministero della Cultura della Federazione Russa, il Comune di Venezia, l’Associazione“Venezia-Russia” e la Fondazione di assistenza sociale ed economica al cinema nazionale “Fond kino”.

 

MOCKBA UNDERGROUND – Pittura astratta a Mosca dal 1960 (dal 6 ottobre al 19 novembre 2012)

Per la prima volta in Italia, in esclusiva per l’Università Ca’ Foscari Venezia, sbarcano 110 opere della Collezione Aleksandr Reznikov nella mostra MOCKBA UNDERGROUND – Pittura astratta dal 1960, esposta dal 6 ottobre al 19 novembre 2012 presso gli Spazi Espositivi di Ca’ Foscari (Dorsoduro 3246). Promossa dal Centro di Alti Studi sulla Cultura e le Arti della Russia – CSAR di Ca’ Foscari, e curata dai docenti Giuseppe Barbieri e Silvia Burini con Nikolaj Kotrelev e Sergej Aleksandrov. Solo con la scomparsa di Stalin (1953), l’avvento del cosiddetto “disgelo” e il nuovo indirizzo politico di Nikita Chruščëv, in URSS si assiste alla timida nascita di un’arte non-ufficiale. Sebbene l’andegraund si presenti come un fenomeno tanto artistico quanto letterario, in esso il ruolo primario spettò comunque agli artisti (dal mercoledì al lunedì, ore 10-18. Chiuso il martedì. Ingresso libero).

L’Università Ca’ Foscari collabora inoltre con la Casa dei Tre Oci che fino al 25 novembre ospiterà i Mediatori Culturali dell’Ateneo veneziano impegnati a stimolare i visitatori ad assumere un atteggiamento di fruizione attiva e non di consumo passivo dell’arte.

 

THE WAY OF ENTHUSIASTS – Casa dei Tre Oci (29 agosto- 25 novembre 2012)

La mostra The Way of Enthusiasts, presentata dalla Fondazione moscovita V-A-C Victoria -the Art of being Contemporary, vuole riflettere sulla struttura e il logos artistico tra gli artisti e le opere prodotte durante e come conseguenza di un particolare periodo storico e culturale in Russia, cercando di tracciare le relazioni, i punti cruciali, i fili di intersezione tra arte e architettura.

Fonte foto

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy