• Google+
  • Commenta
29 settembre 2012

Tor Vergata, Premio Leonardo – UGIS 2012

L’Università degli Studi di Roma, Tor Vergata si fa portatrice in questi giorni di una notizia, o meglio di un evento che è in programma e che coinvolgerà tutti coloro che amano la scienza e la ricerca in particolare.

Tor Vergata infatti avvisa che sono in corso le selezioni per partecipare alla seconda edizione del Premio Leonardo – UGIS 2012. Tale premio che ha come obiettivo far comprendere alla gente l’importanza di una corretta informazione scientifica sottolinea che inoltre il progresso dipende anche molto dai giovani ricercatori.

Il premio è nato grazie alla collaborazione tra  il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia e l’UGIS (Unione Giornalisti Italiani Scientifici) ed è per questa edizione  patrocinato dalla Federchimica – PlasticsEurope Italia.

Ma come è articolato il concorso?

Il concorso prevede l’assegnazione di due riconoscimenti: riconoscimento alla carriera e un riconoscimento a un giovane ricercatore – comunicatore (meno di 40 anni). La giuria che assegnerà i premi sarà composta da personalità importanti come ad esempio lo stesso presidente dell’UGIS Giovanni Caprara che è anche il responsabile della redazione scientifica del Corriere della Sera.

Inoltre il vincitore del riconoscimento alla carriera entrerà a far parte della giuria che eleggerà il vincitore del ‘secondo’ (solo per ordine di premiazione) riconoscimento ossia quello riguardante i giovani ricercatori.

Per partecipare occorre inviare all’indirizzo mail ugis@ugis.it entro e non oltre il 15 ottobre 2012 la richiesta di partecipazione con curriculum vitae del candidato e in più i dati anagrafici. Inoltre devono essere inviati tutti i materiali a testimonianza delle ricerche effettuate e dei risultati ottenuti nelle ricerche che si sono svolte.

Dunque un’occasione da non perdere per tutti gli amanti della ricerca, per chi crede nel progresso e decide nonostante le avversità presenti nella società in cui si vive di crederci e farlo fermamente aspirando magari a diventare i ‘LEONARDO’ di domani.

Fonte Foto

Google+
© Riproduzione Riservata