• Google+
  • Commenta
19 settembre 2012

Viaggio lento a Sud di Eboli

Parli di Eboli – comune di circa 40.000 anime in provincia di Salerno – e subito pensi al romanzo di Carlo Levi intitolato “Cristo si è fermato ad Eboli”, diventato famoso più per questo titolo suggestivo che per la storia in sè, un’autobiografia in cui lo scrittore torinese parla degli anni – durante il periodo fascista – che è stato costretto a vivere forzatamente in un piccolo borgo della Basilicata, a causa della sua intensa attività antifascista, e lì ha scoperto  un’altra civiltà, fuori dalla Storia e dal progresso.

Molti anni dopo è stato girato anche un film ispirato al romanzo di Levi e quindi, il comune di Eboli, nell’immaginario collettivo, è diventato una sorte di spartiacque tra 2 Sud: l’uno, quello che arriva sino ad Eboli appunto, più evoluto e più dinamico, l’altro, quello che comincia dal comune campano e arriva fino alla Sicilia, che non ha margini di miglioramento, condannato ad un’economia quasi totalmente agricola, senza alcuna prospettiva di sviluppo.

E su questo tema, ci scherza anche Rocco Papaleo – lucano doc – nel film “Basilicata Coast to Coast” – che lo ha visto anche esordire dietro una macchina da presa – in cui l’attore (e regista) di Lauria, soprattutto nell’introduzione di uno dei brani della colonna sonora del film, ironizzando sul fatto che la sua regione sia un po’ dimenticata da tutti – non essendo mai al centro dei dibattiti politici e televisivi – si chiede perchè Cristo non sia andato a trovare gli abitanti della Basilicata, i quali gli avevano perfino preparato una grande festa.

La riscoperta di quel Sud più profondo è anche il tema centrale del “Viaggio lento a Sud di Eboli” , un’iniziativa dell’associazione “Cento Uomini di Ferro” – sorta grazie a docenti e studenti dell’Università di Salerno – che dal 20 al 23 settembre darà la possibilità agli interessati di andare alla scoperta di alcuni di quei posti della Campania, del Cilento e della Basilicata che meritano di essere visitati, per apprezzarne gli aspetti storico-paesaggistici.

Il mezzo di trasporto sarà il treno. Non sono ammessi treni super veloci, ma semplicemente i più modesti regionali, in modo da osservare meglio e senza frenesia la realtà che si intende visitare.

La partenza è prevista per giovedì 20 settembre dalla Piazza Garibaldi di Napoli, poi subito si va a visitare il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa e nel primo pomeriggio si parte per Rionero in Vulture, comune della provincia di Potenza.

Per venerdì mattina è prevista la visita alla biblioteca di Giustino Fortunato – uno dei più importanti rappresentanti del Meridionalismo – mentre nel pomeriggio ci sarà la visita ai laghi di Monticchio.

Sabato 22 settembre si arriva a Melfi, dove ci sarà la visita alla casa di Francesco Saverio Nitti e di seguito una conferenza incentrata sulla vita di quest’ultimo, che è stato un importante uomo politico e anche Presidente del Consiglio dei Ministri del Regno d’Italia.

In serata ci sarà il trasferimento ad Ascea, dove domenica 23 ci sarà l’incontro conclusivo presso la Fondazione Alario che, insieme al Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione dell’Università di Salerno, ai comuni di Rionero in Vulture e di Melfi, e a diverse associazioni lucane, ha realizzato quest’importante iniziativa.

Quindi, non ci resta che fare i complimenti a coloro che hanno reso possibile la realizzazione di quest’evento e augurare a tutti i partecipanti buon viaggio!

 

Fonte Foto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy