• Google+
  • Commenta
29 Ottobre 2012

Ultimo appuntamento sulla cultura arabo-islamica a Ca’ Foscari

Dal dicembre 2010, una serie di rivolte ha scosso il mondo arabo portando alla caduta dei decennali regimi di Ben Alì in Tunisia, Mubarak in Egitto e Gheddafi in Libia. La democrazia invocata dalle piazze fatica tuttavia a concretizzarsi, in ragione di cause profonde di ordine politico, istituzionale ed economico. Se un anno fa il volto della regione appariva a molti osservatori radicalmente mutato e avviato ad un autentico pluralismo, oggi gli esiti di quelle rivolte sembrano meno scontati.

E’ questo il tema del nuovo e ultimo appuntamento – mercoledì 31 ottobre ore 18 – di  Un altro Mediterraneo”, ciclo di incontri sulla cultura arabo-islamica organizzati dal Dipartimento di Studi sull’Asia e l’Africa Mediterranea e dalla Biblioteca di area Linguistica di Ca’ Foscari rivolti principalmente alla cittadinanza veneziana e concepiti  per far conoscere al grande pubblico lo straordinario contributo che il mondo arabo ha fornito alla nostra civiltà.

 

Rivoluzioni, contro-rivoluzioni e guerre civili: il difficile percorso del mondo arabo verso la democrazia

Prof Massimiliano Trentin

Mercoledì 31 ottobre, ore 18

Biblioteca di San Tomà – Scoletta dei Calegheri – ore 18

Campo San Tomà, San Polo 2857, Venezia

 

L’obiettivo è proprio quello di far conoscere il positivo apporto della cultura arabo-islamica allo sviluppo della civiltà globale, offrendo una prospettiva più ampia che vada al di là della percezione spesso limitata, circoscritta alla religione o ai contrasti politici più attuali, oppure condizionata da diffidenza, sospetto, stereotipi.

 

Il ciclo di incontri si chiuderà il 7 novembre con un concerto di musica orientale presso Ca’ Foscari Zattere (Biblioteca di servizio didattico), alle ore 18 (Dorsoduro 1392 – Venezia).

Fonte foto

Google+
© Riproduzione Riservata